Gp Turchia, Hamilton il più veloce ma la pole è di Bottas

Gp Turchia, Hamilton il più veloce ma la pole è di Bottas
Lewis Hamilton (in primo piano) e Valtteri Bottas
9 ottobre 2021

Valtteri Bottas (Mercedes) ha ottenuto la pole position del Gp di Turchia, sedicesima prova del mondiale di Formula uno, in programma domani sull’Intercity Istanbul Park. In prima fila partirà Max Verstappen con la Red Bull. Terza posizione in griglia per Charles Leclerc con la Ferrari davanti all`Alpha Tauri di Pierre Gasly.

A seguire Alonso, Perez, Norris, Stroll e Tsunoda. Ultima posizione per CArlos Sainz che ha cambiato la Power Unit. Il miglior tempo della sessione tuttavia lo ha ottenuto Lewis Hamilton (1’22″868), che però partirà 11/0 dopo la sostituzione del motore endotermico della sua power unit.

Leclerc

La Ferrari si conferma in ottima forma all’Istanbul Park. Sorride Charles Leclerc, che sfruttando la penalità di Lewis Hamilton aprirà la seconda fila del GP di Turchia: “Ho avuto un po’ paura perché era difficile guidare la macchina perché scivolava. In Q3 ho messo tutto insieme e sono riuscito a mettere bene il setting della macchina ed è quello che serve per domani”. “Adesso vediamo cosa accadrà domani, l’obiettivo è sempre il gradino più alto anche quando parto 15°. Spingerò e darò il massimo per questo, ma il campionato ce lo giochiamo con la McLaren e dobbiamo prendere più punti di loro. La macchina è stata buona in tutto il weekend, anche con la pioggia non era male e oggi ho ritrovato il feeling che serviva” ha detto il monegasco. Carlos Sainz, penalizzato e costretto a partire dal fondo della griglia per il cambio power unit, si ferma al Q2, ma è in questa sessione che dà il massimo per la squadra: “Il piano era quello di fare il Q1 per provare a togliere qualcuno di forte e siamo riusciti ad eliminare Ricciardo. Poi l’obiettivo era dare la scia a Charles in Q2, anche in questo ci siamo riusciti abbastanza bene”.

Hamilton

Leggi anche:
Milan-Verona 3-2, rimonta rossonera che vale la vetta

“Quest’anno è come essere su una pista nuova, totalmente diversa e fantastica con questo livello di aderenza. La sessione è stata molto insidiosa, c’erano ancora delle chiazze umide e portare le gomme in temperatura al primo giro non è stato semplice”. Così Lewis Hamilton commenta il suo tempo più veloce delle prove cronometrate del Gp di Turchia. Hamilton partirà comunque dalla undicesima piazza a causa della penalità. “Il team – continua – ha fatto un lavoro fantastico, sono contento delle prestazioni che abbiamo avuto, e abbiamo scelto i momenti giusti per andare in pista. Domani non sarà facile, ma darò tutto”.

Sulle possibilità di rimonta Lewis non ha voluto sbilanciarsi: “Non è così semplice superare qui, inoltre quasi tutti avremo le stesse gomme, quindi sarà complicato rimontare, e lo abbiamo visto nell’ultima gara quello che è successo quando Max era sesto o giù di lì. Penso varrà lo stesso per me, però c’è il lungo rettilineo e vedremo cosa potremo fare. Speriamo di regalare una bella gara ai tifosi”. Il poleman è Valtteri Bottas: “Sono state delle buone qualifiche in condizioni non semplici, soprattutto nel Q1, e anche nel Q3 c’era ancora un po’ di bagnato in curva 1. Comunque ho fatto un buon giro anche se nell’ultimo settore ho perso qualcosa per il sottosterzo, mi sono divertito. Il risultato di squadra è quello che volevamo, Lewis ha minimizzato la penalità mentre io sono in pole, ci va bene. Domani? Io mi concentrerò sulla mia gara, credo sia l’unica cosa che devi fare quando parti davanti, e proverò ad avere un bel passo”.

Leggi anche:
Napoli-Torino 1-0, Osimhen "mata" il Toro
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti