Il monito di Mattarella: non si invochi libertà per non vaccinarsi

Il monito di Mattarella: non si invochi libertà per non vaccinarsi
Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella
5 settembre 2021

“Invocare la libertà di non vaccinarsi è in realtà una richiesta di licenza di mettere in pericolo la salute e la vita altrui. Chi pretende di non vaccinarsi, ovviamente con l’eccezione di coloro che non possono vaccinarsi, e vuole frequentare luoghi di lavoro e svago, costringe gli altri a rinunciare alle proprie libertà e alla normalità di vita”. Lo ha affermato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella – a Pavia alla cerimonia per i 660 anni della locale Università – ribadendo il “dovere morale e civico della vaccinazione. Con grande velocità, in un tempo straordinariamente breve, la comunità scientifica ci ha consegnato il vaccino, lo strumento che sta consentendo di superare le conseguenze sulla salute, economiche e sociali” della pandemia. Dunque vaccinarsi è “un senso di responsabilità comune che ciascuno deve avvertire”.

– “L’economia è ripartita, i dati sono straordinariamente positivi. Tutto questo è possibile – ha sottolineato Mattarella – perché contrastiamo la pandemia con comportamenti responsabili, con la vaccinazione, con comportamenti di prudenza che non contrastano con la normalità della vita. Lo fa la stragrande maggioranza dei cittadini e merita apprezzamento e riconoscenza”.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
Covid, superano quota 13mila i contagi. Gimbe: ritardo sui richiami


Commenti