Il telescopio dell’ESO “osserva” la nascita di un pianeta

Loading the player...
20 maggio 2020

Gli astronomi dell’Eso (l’Osservatorio Europeo Australe) potrebbero aver trovato le tracce della nascita di un nuovo pianeta. Alcune osservazioni realizzate con il VLT (Very Large Telescope) in Cile, infatti, hanno rivelato gli indizi della nascita di un sistema stellare primordiale intorno alla giovane stella AB Aurigae attorno alla quale ruota un denso disco di polvere e gas in cui gli astronomi hanno individuato una perturbazione, un “nodo” che potrebbe segnare il luogo in cui si starebbe formando un nuovo pianeta.

La notizia è stata pubblicata dalla rivista Astronomy & Astrophysics e fornisce indizi cruciali per aiutare gli scienziati a comprendere meglio come si formano i pianeti e sistemi stellari, per capire anche come si sia originato il nostro sistema solare. AB Aurigae è una giovane stella bianca che si trova a 520 anni luce dalla Terra nella costellazione dell’Auriga. La regione in cui si vede il “nodo” giallo e brillante vicino al centro della nuova immagine di AB Aurigae, che si trova a una distanza dalla stella pari a circa quella di Nettuno dal Sole, è uno dei siti in cui gli scienziati ritengono che si stia formando il nuovo pianeta.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
Virginia Raffaele diventa una contrariata Bianca Berlinguer


Commenti