Italia vince 2-0 in Ungheria, ora Finals di Nations League

Italia vince 2-0 in Ungheria, ora Finals di Nations League
Gianluigi Donnarumma
27 settembre 2022

Missione compiuta per gli Azzurri che vincono in Ungheria 2-0, riscattano, parzialmente, la delusione della mancata qualificazione al Mondiale e strappano il pass per le Finals di Nations League. L`Italia batte l`Ungheria a Budapest e supera proprio gli avversari di un punto aggiudicandosi il gruppo 3 di Lega. Alle spalle Ungheria, Germania e Inghilterra.
Primo tempo molto tattico alla Puskas Arena. Parte forte l’Ungheria che costringe l’Italia sulla difensiva. Con il passare dei minuti la Nazionale guadagna campo e crea due buone chance con Di Lorenzo. La squadra di Mancini sfrutta un errore da parte dell’Ungheria per portarsi in vantaggio con Raspadori. Al 27′ costruzione dal basso completamente errata da parte dell’Ungheria, Gnonto pressa Gulacsi che sbaglia e favorisce l’intervento di Raspadori che tutto solo deposita in rete.

Al 31′ altra occasione per l’Italia che va da sinsitra a destra, bel controllo di Di Lorenzo che calcia con il sinistro, palla fuori di pochissimo. Sul finire di tempo 45′ Ungheria pericolosa con Szoboszlai che calcia dai 20 metri, conclusione troppo centrale e facilmente parata da Donnarumma. Nella ripresa il portiere della Nazionale si erge a protagonista. Al 50′ Super Donnnarumma che si oppone per ben tre volte alle conclusioni degli ungheresi che vanno vicinissimi al pari. Al 52′ raddoppia l’Italia. Azione manovrata degli Azzurri con Jorginho che ‘imbuca’ per Cristante, cross teso e rasoterra sul secondo palo, irrompe Dimarco e palla in rete. Suo il gol 1500 della storia della Nazionale.

Leggi anche:
Juventus, cda riapprova bilancio: perdita 239 milioni

Al 55′ altro intervento spettacolare di Donnarumma che riesce a chiudere la porta sul colpo di testa di Styles. E’ un monologo ungherese con il portiere azzurro che si oppone anche a una deviazione di Bonucci mettendo in angolo. L’Italia soffre. Mancini manda dentro Gabbiadini per Gnonto. Fuori anche Raspadori e Jorginho; entrano Pobega e Scamacca. Dopo un intervento da brivido di Bastoni in area di rigore che il Var non considera penalty, L’Italia vicina al terzo gol, altra conclusione di Dimarco, respinta da Gulacsi, ci prova Scamacca e palla sull’esterno della rete. Finisce così. Missione compiuta: Italia alle Finals.

Parla Donnarumma

“Ci voleva per ridare un po’ di entusiasmo, anche se non si può tornare indietro e il Mondiale è una ferita aperta. Bisognava ripartire, dovevamo farlo per tutta l’Italia e per chi credeva in noi. Siamo partiti bene con due vittorie, andiamo alle Final Four e cerchiamo di vincerle”. Così Gigi Donnarumma, portiere della Nazionale autore di una prestazione strepitosa a Budapest.

“A volte può capitare un errore e per noi portieri è dura. Però bisogna rimanere concentrati, lavorare sempre al massimo e capire dove si è sbagliato cercando di non rifilarlo. Le partite come stasera si preparano da sole perché sono importanti e speciali. Cerco di prepararle con tranquillità e serenità, ridendo e scherzando nello spogliatoi. Poi quando si entra in campo la testa è lì. Poi può capitare purtroppo come a giugno dove ho fatto un errore che non dovevo fare. C’ho lavorato, ne abbiamo parlato col preparatore. Purtroppo può capitare ma non deve capitare. Era una partita già in discesa e l’ho ammazzata. Devo lavorare anche su quello quando si può giocare e quando non si può giocare. Lavoro. Ora bisogna andare avanti”. Nelle parate di oggi è più istinto, tecnica o Madre Natura.”Madre Natura penso. Ci sta anche il lavoro che faccio in settimana. C’è tutto. Devo continuare così, devo farlo per tutta l’Italia e per chi crede in me. Ringrazio la mia famiglia e la mia fidanzata”.

Leggi anche:
Harrison Ford nel selvaggio west con la serie "1923"
Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti