La Juve torna in testa da sola, Brescia 2-0

La Juve torna in testa da sola, Brescia 2-0
Giorgio Chiellini e Gonzalo Higuaín
16 febbraio 2020

La Juve batte il Brescia 2-0 con Dybala e Cuadrado e allunga in testa alla classifica in attesa di Lazio-Inter di questa sera. Una vittoria, quella degli uomini di Sarri senza CR7 ma con Dybala e Cuadrado. Tre punti che mettono pressione a Lazio e Inter. Applausi per il ritorno di Chiellini dopo il lungo infortunio, ma anche ansia per Pjanic, ko pochi minuti dopo il suo ingresso in campo per un problema muscolare all’adduttore, a dieci giorni dall’andata degli ottavi di Champions contro il Lione. Sarri punta così sul tridente in attacco composto da Cuadrado, Higuain e Dybala. A centrocampo Ramsey, Bentancur e Rabiot. Rugani titolare in difesa, dove torna anche Danilo. Sono invece tanti gli assenti in casa Brescia, tra i più importanti a disposizione della rosa di Lopez: out Joronen tra i pali, Cistana in difesa, Tonali a centrocampo, Romulo sulla tre-quarti e Torregrossa davanti. Lopez punta così su Ayé in attacco insieme a Balotelli. A centrocampo dentro Bjarnason e Zmrhal come rifinitore. Mateju (solitamente terzino) invece gioca invece come centrale con Chancellor.

Il primo tempo è subito decisivo nell’economia della partita. La Juve ci prova soprattutto su corner, ma punge per davvero solo dopo mezz’ora con un destro di Dybala largo in area. Sarri inverte dunque due volte Cuadrado e lo stesso Dybala, finendo col colombiano a destra e Rabiot a sinistra in un 442, e l’argentino davanti insieme a Higuain. L’evento spartiacque del primo tempo arriva però al 37′, quando Ayé (appena ammonito) stende Ramsey al limite. Secondo giallo, rosso e gol su punizione di Dybala che beffa l’esordiente Andrenacci (dentro per Alfonso, ko per un problema alla testa al 10′) sul suo palo. Nel finale di tempo sarà poi un miracolo dello stesso Andrenacci a negare il raddoppio a Rugani di testa.

Dunque la ripresa, che si apre come si era chiuso il primo tempo. Juve in avanti alla ricerca del bis: lo sfiorano subito Higuain (salvataggio di Sabelli ad Andrenacci battuto) e colpo di testa troppo centrale di Bonucci. Sarri sceglie allora Pjanic per Ramsey, mentre ancora Dybala si avvicina al bis con un mancino in area murato da Bjarnason dopo un triplo dribbling partendo dalla destra. L’unica notizia negativa arriva poco dopo, con lo stesso Pjanic ancora protagonista di un cambio. Per lui si sospetta un problema all’adduttore a dieci giorni dalla Champions. Matuidi lo sostituisce e dunque arriva il momento anche del ritorno di Chiellini dopo il lungo stop. Cuadrado (proprio sua assist di Matuidi) fissa sul 2-0 il punteggio. Dunque un palo di Bentancur, una rete annullata per fuorigioco a Higuain e una traversa di Dybala lasciano inalterato il risultato. Vince la Juve, mentre per il Brescia è il terzo ko nelle ultime quattro.

Leggi anche:
Champions League: Dinamo Kiev-Juventus 0-2, doppietta di Morata
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti