La Monna Lisa dell’Afghanistan trova rifugio in Italia

La Monna Lisa dell’Afghanistan trova rifugio in Italia
Sharbat Gula
26 novembre 2021

Sharbat Gula, la celebre “ragazza afgana” ritratta nell’85 da Steve McCurry per la copertina del National Geographic Magazine, ha trovato rifugio in Italia. Dopo la conquista del potere da parte dei talebani lo scorso agosto, il governo italiano ha raccolto l’appello della donna per lasciare l’Afghanistan, propiziandone e organizzandone il trasferimento nel nostro Paese nell’ambito del programma per l’accoglienza e l’integrazione dei cittadini afgani.

Sharbat Gula nel 1985

La Monna Lisa dell’Afghanistan, come fu definita l’allora 12enne, scovata dal fotografo americano in un campo profughi di Peshawar, divenne famosa in tutto il mondo per la profondità del suo sguardo, simbolo del dolore secolare di un paese dilaniato dalla guerra. Nel 2016 Sharbat Gula, che oggi ha 48 anni ed è madre di quattro figli, fu rimpatriata in Afghanistan dal Pakistan, dov’era stata arrestata – dopo decenni di permanenza – per possesso di documenti falsi. Oggi, si spera, l’approdo in un Paese più accogliente.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
Oms Europa: picco Omicron terminerà prima del previsto


Commenti