Meghan Markle, “mulatta” e “ferocemente indipendente”. Una femminista Usa alla corte Windsor

28 novembre 2017

Americana, “mulatta” e “ferocemente indipendente”: indubbiamente l’attrice Meghan Markle, che sposerà il principe Harry nella primavera 2018, porterà una ventata di aria fresca nella famiglia reale britannica. Negli ultimi giorni, la guerra tra le redazioni britanniche è stata frenetica e senza esclusione di colpi: l’attrice 36enne si sarebbe stabilita a Londra con i due cani, l’annuncio del fidanzamento sarebbe imminente… E gli scommettitori si sono uniti al “carrozzone”, aprendo le giocate sulla data delle nozze, sul nome del futuro creatore dell’abito da sposa o quello del testimone. A dire il vero, quando il suo nome è iniziato a circolare sulle prime pagine dei giornali, circa un anno fa, quest’americana dai capelli lunghi neri e dal fisco slanciato, avvocato nella serie televisiva “Suits”, era quasi una sconosciuta in Gran Bretagna. La relazione è stata ufficializzata nel novembre 2016 quando, stanco del pressing mediatico, il principe Harry l’aveva confermata, scagliandosi contro il “sessismo” e il “razzismo” dei social network verso Meghan Markle, oltre che contro la stampa colpevole di “molestie” nei suoi confronti: il tutto attraverso un insolito comunicato di Kensington Palace, che gestisce la sua comunicazione. A sorpresa, a settembre, Meghan si era a sua volta espressa pubblicamente sulla relazione con Harry. “Siamo una coppia. Siamo innamorati. (…) Siamo felici. Personalmente, amo le grandi storie d’amore”, aveva dichiarato a Vanity Fair, frasi subito sembrate spontanee e sincere, piuttosto distanti dalle esternazioni calibrate e calcolate della famiglia reale.

Leggi anche:
Obama contro Trump: Ha sbagliato tutto, pensa solo a sé stesso

Pian piano la coppia ha iniziato a esporsi sempre di più, arrivando mano nella mano a una partita di tennis agli Invictus Games a Toronto, a settembre. Alcune foto li immortalarono mentre si scambiavano i primi baci. Secondo i media britannici, il mese successivo, il principe avrebbe presentato la fidanzata alla nonna, la regina Elisabetta II. Diplomata in una scuola di comunicazione, Meghan Markle è la figlia di Thomas W. Markle, direttore della fotografia di serie televisive, e di Dorias, maestra di yoga americana di colore. Come Harry, è molto impegnata nel sociale. Unico “problema”, l’attrice – di tre anni più grande di Harry – è divorziata, hanno rapidamente ricordato i tabloid, pubblicando le foto del suo primo matrimonio (durato dal 2011 al 2013) con un produttore americano. Questo non costituirà un ostacolo al matrimonio, come il colore della sua pelle, che secondo alcuni potrebbe essere addirittura un “bonus” per Harry, che potrebbe essere percepito come principe “estremamente moderno” e non calato sulla Terra da Marte, l’accusa che spesso viene rivolta ai reali. La sua eccessiva indipendenza, hanno però sottolineato altri, potrebbe far storcere qualche naso a Buckingham Palace.”Non ho mai voluto diventare una donna della mondanità, ho sempre voluto essere una donna attiva”, ha scritto l’americana sul suo blog, “Tig”. Meghan Markle esprime con regolarità le sue convinzioni femministe, forgiate durante la sua infanzia a Los Angeles, in California, ed è una militante per l’Onu sulla questione delle condizioni delle donne. In un discorso pronunciato durante la giornata internazionale delle donne, nel 2015, aveva rivolto un appello a quest’ultime a far ascoltare la loro voce.

Leggi anche:
Covid-19, il Papa all'udienza del mercoledì: Lontani ma vicini

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti