Milan-Atalanta 1-1, a Calhanoglu risponde Zapata

Milan-Atalanta 1-1, a Calhanoglu risponde Zapata
25 luglio 2020

Finisce 1-1 il big match tra Milan e Atalanta, con i nerazzurri ora a -5 dalla Juventus, al termine di una partita combattuta dalla quale non esce la regina dell’estate tra le due squadre con il miglior score del dopo lockdown. Un 1-1 che avvicina la Juventus al nono scudetto di fila (5 i punti di vantaggio sugli orobici prima della partita contro la Sampdoria), espone la squadra di Gasperini al sorpasso al secondo posto da parte dell’Inter (a -2 prima dell’impegno in casa del Genoa) e frena i rossoneri nella rincorsa al quinto posto (quello per l’accesso diretto ai gironi di Europa League), occupato dalla Roma (a +1 prima di ricevere la Fiorentina). Privo dell’infortunato Romagnoli e degli squalificati Theo Hernandez e Bennacer, Pioli schiera il solito 4-2-3-1: Donnarumma; Calabria, Kjaer, Gabbia, Laxalt; Kessié, Biglia; Saelemaekers, Çalhanoğlu, Rebić; Ibrahimovic.

Gasperini è squalificato, in panchina il suo vice Gritti, con il consueto 3-4-2-1: Gollini; Toloi, Caldara, Djimsiti; Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens; Malinovskyi, Gomez; Zapata. Arbitra Doveri di Roma. Buona Atalanta in avvio ma passa il Milan: Toloi commette fallo su Rebić, la punizione è da posizione molto defilata, ma Çalhanoğlu trova ugualmente la traiettoria diretta in porta che beffa Gollini, per il suo ottavo successo personale (14’). I rossoneri spingono e Laxalt in diagonale costringe il portiere nerazzurro alla deviazione. Al 23’ contrasto tra Biglia e Malinovskyi in area rossonera, Doveri va a vedere le immagini e decreta il rigore per l’Atalanta, batte lo stesso centrocampista ucraino, ma Donnarumma respinge il tiro dagli 11 metri. Il pareggio orobico è solo rimandato: al 34’ un tiro di Freuler viene deviato da Gabbia verso Zapata che in area piccola fulmina Donnarumma: e sono 18.

Leggi anche:
Palleggiavano da terrazzo in lockdown, invitate a finali tennis Roma

Dopo 2’ minuti, un’uscita del portiere del Milan anticipa il colombiano lanciato dall’elvetico. L’Atalanta torna dagli spogliatori con Sutalo per Toloi. E al 57’ Gasperini cala la carta Muriel al posto di Malinovskyi. Il colombiano si cala subito nei panni del rifinitore e invita Gomez al tiro, pallone fuori di poco. Al 61’ triplo cambio rossonero: Bonaventura per Çalhanoğlu, Krunić per Biglia e Leão per Rebić. Al 69’ nell’Atalanta Pašalić per Freuler e Castagne Gosens; nelle file del Milan Castillejo per Saelemaekers. L’Atalanta tiene benissimo il campo con il suo gioco corale, ma la grossa chance è di marca rossonera con una ripartenza di Leão che manda al tiro Bonaventura con il pallone che colpisce il palo (73’). Squadre stanche nel finale. Al 90’ Gasperini richiama il ‘Papu’ per inserire Colley. Il risultato non cambia nonostante i 3’ di recupero.

Risultati: Milan-Atalanta 1-1; Sabato 25 luglio: ore 17.15 Brescia-Parma; ore 19.30 Genoa-Inter; ore 21.45 Napoli-Sassuolo; Domenica 26 luglio: ore 17.15 Bologna-Lecce; ore 19.30 Cagliari-Udinese; ore 19.30 Verona-Lazio; ore 19.30 Roma-Fiorentina; ore 19.30 Spal-Torino; ore 21.45 Juventus-Sampdoria;

Classifica: Juventus 80, Atalanta 75, Inter 73, Lazio 72, Roma 61, Milan 60, Napoli 56, Sassuolo 48, Verona 46, Bologna, Parma, Fiorentina 43, Cagliari 42, Sampdoria 41, Udinese 39, Torino 38, Genoa 36, Lecce 32, Brescia 24, Spal 19.

Leggi anche:
L'apertura di Spadafora: "Mille spettatori per sport all'aperto"

Prossimo turno (37esima giornata): Martedì 28 luglio: ore 19.30 Parma-Atalanta; ore 21.45 Inter-Napoli; Mercoledì 29 luglio: ore 19.30 Verona-Spal; ore 19.30 Lazio-Brescia; ore 19.30 Sampdoria-Milan; ore 19.30 Sassuolo-Genoa; ore 19.30 Udinese-Lecce; ore 21.45 Cagliari-Juventus; ore 21.45 Fiorentina-Bologna; ore 21.45 Torino-Roma.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti