Parigi, almeno 127 i morti negli attentati. 80 i feriti gravi

Parigi, almeno 127 i morti negli attentati. 80 i feriti gravi
14 novembre 2015

Sono almeno 127 le persone rimaste uccise negli attentati di Parigi di venerdì sera, mentre i feriti sono 180, 80 dei quali in gravi condizioni. Lo hanno indicato fonti della polizia alla France Presse. Almeno otto terroristi, tutti con indosso giubbetti esplosivi, hanno lanciato assalti senza precedenti lungo le strade della capitale francese: si tratta dell’attacco più sanguinoso mai compiuto in Europa dagli attacchi contro i treni di Madrid del 2004. Ecco un quadro riassuntivo di quanto accaduto ieri sera.

SPARATORIE SU CINQUE SITI A PARIGI Presi di mira il X e l’XI arrondissments. Raffiche di mitra sulle terrazze di svariati bar e ristoranti: nel mirino La Belle Equiperue di Charonne, il bar Le Carillon, il ristorante Le Petit Cambodge, la terrazza della pizzeria La Casa Nostra. Un’altra sparatoria si è verificata sul boulevard Voltaire, poi i terroristi sono entrati nella sala concerti Bataclan.

SALA CONCERTI BATACLAN Una struttura nella parte est di Parigi, dove 1.500 persone si erano riunite per un concerto del gruppo rock Usa Eagles of Death Metal. Lo spettacolo era cominciato da un’ora quando uomini vestiti di nero hanno afatto irruzione e hanno preso a sparare sul pubblico, poi hanno preso degli ostaggi, una decina di spettatori. A mezzanotte e mezza le forze dell’ordine hanno lanciato un blitz per porre fine all’assedio terroristico, azione terminata verso l’una. Tre terroristi si sono fatti saltare in aria sul posto, un quarto si è fatto esplodere non lontano, sul boulevard Voltaire. Bilancio pesantissimo, ma ancora incerto: la procura parla di “decine di morti”.

Leggi anche:
Le case sventrate dall'esplosione a Beirut viste con il drone

STADE DE FRANCE Tre forti esplosioni sono state udite all’esterno dello stadio più importante di Francia, mentre si teneva l’amichevole tra la nazionale transalpina e quella tedesca, alla presenza del presidente François Hollande, il quale è stato fatto presto evacuare. Una delle esplosioni era vicino a un McDonald’s. Secondo varie fonti di polizia, le tre esplosioni sono state provocate da kamikaze: quattro gli aggressori morti, tre indossavano cinture con esplosivo.

RUE DE CHARONNE Un po’ più a Est dello stadio. Sono date per morte 18 persone. RUE BICHAT Obiettivo un ristorante cambogiano preso d’assalto da un commando. Si ritiene vi siano morte 14 persone.

RUE DE LA FONTAINE AU ROI Poche centinaia di metri dal Bataclan. Obiettivo: la terrazza della pizzeria Casa Nostra. Almeno cinque persone sono rimaste uccise da colpi di fucile automatico, secondo un testimone.

BOULEVARD VOLTAIRE Una fonte giudiziaria sostiene che uno dei terroristi si è fatto esplodere con una cintura bomba a Boulevard Voltaire, vicino al Bataclan. Non si sa se vi siano stati feriti o vittime.

STATO D’EMERGENZA Francoise Hollande ha annunciato lo stato d’emergenza e la chiusura della frontiere in un intervento in diretta televisiva, in risposta ad attacchi terroristici “senza precedenti”. Il presidente della Repubblica ha inoltre chiesto “rinforzi militari”.

Leggi anche:
Furto in villa, Facchinetti posta immagini su Instagram
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti