Roma-Bologna 2-3, altro stop per Fonseca

Roma-Bologna 2-3, altro stop per Fonseca
Musa Barrow
8 febbraio 2020

Spettacolo e reti all’Olimpico nell’anticipo del 23° turno. l Bologna vince con Mihajlovic in panchina e sale momentaneamente al sesto posto solitario della classifica in zona Europa. Roma al secondo ko nelle ultime tre di campionato (quattro sconfitte nelle ultime sei). Nel primo tempo segnano Orsolini e Barrow, in mezzo il goffo autogol di Denswil che riporta in parità i giallorossi. Nella ripresa ancora un Barrow scatenato cala il tris. Inutile la rete di Mkhitaryan. Nel finale espulso Cristante.

ROMA-BOLOGNA 2-3

16′ Orsolini (B), 22′ aut. Denswil (B), 26′ e 52′ Barrow (B), 72′ Mkhitaryan (R)

ROMA (4-2-3-1): Pau Lopez; Santon (61′ B. Peres), Mancini, Smalling, Kolarov; Cristante, Veretout (79′ Kalinic); Ünder (57′ C. Perez), Mkhitaryan, Perotti; Dzeko. All. Fonseca

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; Tomiyasu, Danilo, Bani, Denswil; Schouten, Svanberg (73′ Dominguez); Orsolini (83′ Skov Olsen), Soriano, Barrow (86′ Juwara); Palacio. All. Mihajlovic

Ammoniti: Svanberg (B), Schouten (B), Santon (R), Bani (B), B. Peres (R), Skorupski (B)

Espulsi: all’80’ Cristante (R) 

LA CRONACA

Nella Roma tre i rientri importanti dal primo minuto, quelli di Mkhitaryan, Perotti e Kolarov sulla sinistra. I primi due giocano tra i tre dietro a Dzeko, insieme a Under (Pellegrini è out per squalifica) e con Kluivert in panchina. Chiaro messaggio di Fonseca che punta sull’esperienza dopo il ko contro il Sassuolo. Sono invece ben sei le assenze pesanti in casa Bologna: Poli è squalificato. E ai box ci sono anche Medel, Dijks, Krejci, Santander e Sansone. Mihajlovic – regolarmente in panchina – punta così su Palacio in avanti, supportato da Orsolini, Soriano e Barrow (prima da titolare per lui in rossoblù). Mentre Svanberg vince il ballottaggio con Dominguez a centrocampo.

Leggi anche:
Us Open: forfait di Roger Federer e Rafael Nadal

Il primo tempo è subito uno show all’Olimpico, soprattutto grazie al Bologna, che mette in grande difficoltà la Roma per tutto il corso della frazione. La squadra di Mihajlovic parte bene e segna subito con Orsolini su un cross di Barrow. Squadra aggressiva e propositiva. Il goffo autogol di Denswil riporta le cose in parità, ma sono sempre i rossoblù a fare meglio e a pungere spesso. Barrow dal limite (grazie anche a una deviazione di Santon) fa 2-1, e dunque sia Svanberg che Palacio sfiorano il tris prima del fischio di metà tempo di Guida. Dunque la ripresa, che non cambia registro rispetto a quanto visto in tutta la prima parte del match. Sempre Bologna messo meglio in campo, e subito in gol al 53′ alla prima vera occasione del secondo tempo.

Fa tutto Barrow, che riceve, punta, salta Mancini e infila il tris in area. Con la Roma che sale a quota tre gol subiti per due partite consecutive in A come mai era capitato dal febbraio del 2013. Fonseca, a questo punto, prova la mossa Carles Perez (per Ünder) e Bruno Peres (per Santon), mentre Mihajlovic manca in campo Dominguez, ma non prima della rete di Mkhitaryan che accorcia di testa sul cross di Bruno Peres (entrato bene in partita). Proprio nel momento di massimo sforzo della Roma (con anche Kalinic in campo) arriva però il rosso a Cristante, che entra in ritardo a centrocampo su Orsolini. Di Dzeko l’ultimo squillo nel recupero, su cui però Skorupski risponde bene. Al triplice fischio sono tre punti Europa per il Bologna.

Leggi anche:
Europa League, Inter-Getafe a Taylor. Kuipers per Roma-Siviglia
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti