Sciopero benzinai confermato, da Urso confusione

22 gennaio 2023

“Le dichiarazioni di questa mattina del ministro Urso sono l’ennesima dimostrazione della confusione in cui si muove il Governo” e “rischiano seriamente di chiudere ogni residua possibilità di concludere positivamente la vertenza. Intervenga Palazzo Chigi e dia un segnale”. Lo scrivono in una nota congiunta i presidenti Faib, Fegica e Figisc/Anisa sullo sciopero dei benzinai del 25 e 26 gennaio.

“Le organizzazioni di categoria hanno sempre sostenuto la necessità di un confronto aperto fino all’ultimo minuto utile prima dello sciopero che era e rimane confermato”. Per le associazioni, “il Governo continua a chiedere trasparenza e noi l’abbiamo offerta in tutti i modi. Quello che non ci si può chiedere è di autorizzare nuovi adempimenti e nuove sanzioni a carico dei gestori: questo no. Al ministro abbiamo avanzato proposte concrete, le valorizzi senza scaricare la responsabilità delle sue esclusive scelte sulla pelle dei benzinai”.

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it
Leggi anche:
Messina Denaro: "Su di me balle e fraintendimenti"


Commenti