Spedizione punitiva contro bengalesi, arrestati giovani

21 febbraio 2020

A Palermo la polizia ha eseguito una serie di arresti (ai domiciliari) nei confronti di un nutrito gruppo di persone accusate di rapina e lesioni aggravate dall odio razziale.

I fatti risalgono a pochi mesi fa, quando una banda di giovani, armati di mazze da baseball e sedie, fece irruzione in un market in via Casella e aggredì il titolare, un uomo del Bangladesh e gli avventori presenti, suoi connazionali. Le vittime furono prese a calci e pugni ed una di loro, trascinata nel retrobottega del negozio e malmenata, fu anche rapinato.

Secondo gli inquirenti quella contro il bengalese fu una vera e propria spedizione punitiva, organizzata dopo che l’uomo era stato colto per strada in atteggiamento considerato “inopportuno” e per questo già “redarguito oralmente”. La vittima subì calci e pugni, conditi da espressioni ed epiteti di disprezzo ed odio razziale.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
Covid-19, Rezza: possiamo tornare a vivere convivendo con virus


Commenti