Stretta sul fumo a Montecitorio, in arrivo sanzioni e aree riservate

Stretta sul fumo a Montecitorio, in arrivo sanzioni e aree riservate
Palazzo Montecitorio a Roma - Sede Camera Dei Deputati Parlamento Italiano
21 giugno 2019

Tempi duri per i fumatori anche a Montecitorio. L’ufficio di presidenza della Camera ha infatti stabilito nella riunione del 18 giugno di razionalizzare le aree fumatori e introdurre sanzioni per le violazioni al divieto di fumo. Stesso trattamento verrà esteso anche ai fumatori di sigarette elettroniche. In una missiva inviata dai deputati questori a tutti i deputati si da notizia delle nuove regole sancite: a partire dal 1 settembre verranno dismesse tre aree fumatori nel Palazzo dei Gruppi che saranno sostituite da tre nuove aree esterne “arredate in modo tale da consentirne la fruizione anche durante i mesi invernali”.

Chiudono anche quattro aree fumatori situate al quarto piano di Palazzo Montecitorio (due nel corridoio delle commissioni e del nel corridoio retrostante la sala del Mappamondo) e verrà creata una nuova area, sempre al quarto piano, nella zona centrale del corridoio retrostante la sala del Mappamondo che “sarà realizzata con segregazione a tutta altezza”. Attualmente infatti alcune delle aree fumatori nel Palazzo non sono isolate dagli ambienti circostanti.

I questori informano che verificheranno “la possibilità di realizzare in altre zone del Palazzo ulteriori aree fumatori con segregazione a tutta altezza”. Per garantire che il divieto di fumo sia rispettato al personale della Camera è già stato attribuito il compito di segnalare le trasgressioni da chiunque compiute. L’ufficio di presidenza ha concordato infine sulla proposta dei questori di estendere il divieto di fumo da tabacco alle sigarette elettroniche.

Leggi anche:
Incendi in Europa, bruciati più di 700 mila ettari di foreste nel corso dell'estate
Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti