Tokyo 2020, Nespoli d’argento nel tiro con l’arco

31 luglio 2021

Mauro Nespoli si arrende la turco Gazoz nella finale. Sfuma l’oro che nell’arco individuale manca dai tempi di Marco Galiazzo ad Atene 2004 (a Londra 2012 era arrivato l’oro a squadre maschile, dove Nespoli era in squadra proprio con Galiazzo e Frangilli). L’azzurro inizia benissimo: 10, 10 e 9 al primo set. Pari nel secondo contro il turco Gazoz che impatta sul 3-3 vincendo il terzo set. Finale tesissima e bellissima: nel quarto set finisce 29 pari, con la parità che resta anche nei set sul 4 pari. Un 8 al quinto set di Nespoli manda Gazoz davanti, alla fine è oro per il turco.

Mauro Nespoli, tuttavia resta convinto di aver guadagnato un argento, non perso un oro. “Sono ancora convinto di quello che ho dichiarato a caldo. Ho tirato bene, questo è un argento vinto”, ha detto Nespoli. “Ho tirato veramente bene, è normale, è la gara, però sono molto contento di quello che ho fatto e del risultato ottenuto: ho conquistato un argento”. La passione del tiro con l’arco è nata nel campione da giovanissimo. “La prima volta che provato a tirare con l’arco è stato nel ’97 ed è stato veramente affascinante”, ha raccontato l’arciere oro a Londra 2012. “Io – ha proseguito – ero super appassionato di Robin Hood, utilizzare un arco è stata una cosa veramente appassionante. Pensavo finisse lì, poi ho scoperto che a Voghera c’era una scuola di tiro con l’arco e ho continuato”.

Leggi anche:
Roma battuta a Verona 3-2, Lazio pari col Cagliari 2-2
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti