Bce, Consiglio dovrebbe tenere status quo e prendere tempo

Bce, Consiglio dovrebbe tenere status quo e prendere tempo
16 luglio 2020

L’improvviso balzo dell’euro ai massimi da tre mesi sul dollaro potrebbe risultare una nota stonata nel quadro generale su cui, oggi, in generale, non sono attese variazioni alle misure di politica monetaria della Bce. Il Consiglio direttivo dovrebbe infatti mantenere lo status quo e prendersi altro tempo, per valutare gli effetti delle massicce misure messe in campo contro l’emergenza pandemica. Il tutto mentre l’economia dell’area euro sembra in ripresa dopo i tracolli causati da epidemia e lockdown.

Dopo una timidezza iniziale, a marzo inoltrato la Bce guidata da Christine Lagarde ha rotto gli indugi e lanciato un nuovo programma di acquisti di titoli mirato proprio alla crisi derivante dall’epidemia, il Pepp, successivamente “ricaricato” dopo poche settimane ad un ammontare totale di 1.350 miliardi di euro, che dovrebbero bastare, teoricamente, fino a metà 2021. Le decisioni di politica monetaria verranno anunciate oggi alle 13 e 45, al termine del direttorio in cui siedono tutti i governatori delle banche centrali dell’Eurosistema. Alle 14 e 30 la presidente terrà la consueta conferenza stampa esplicativa. E in assenza di nuove misure potrebbe rilanciare i suoi propositi di svolta green dell’istituzione, anche sul piano di acquisti di titoli come affermato in una recente intervista.

Intanto l’euro ieri è salito fino a 1,1452 dollari, sui massimi dal 10 marzo scorso, in serata si scambiava a 1,1407. Alcuni osservatori attribuiscono l’impennata alle attese di accordo al vertice europea sul Recovery fund, che se passasse allontanerebbe i rischi di disgregazione dell’area valutaria. Ma altri imputano l’involata piuttosto a un repentino deprezzamento del dollaro dovuto a generali movimenti dei mercati e ritorni di prese di rischio, e la rapidità del movimento sembra spingere su queste tesi.

Leggi anche:
Pirozzi: "L'assegno Covid l'ha preso mia moglie non io"
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti