Capolavoro Leclerc, Hamilton retrocesso quinto

Capolavoro Leclerc, Hamilton retrocesso quinto
Charles Leclerc
29 giugno 2019

C’e’ voluto un capolavoro di Charles Leclerc per mettere in riga le fortissime Mercedes pigliatutto, per una volta costrette a rincorrere. E’ successo allo Spielberg che ospita la nona gara del Mondiale di F1, fino ad oggi un ripetitivo monologo delle Frecce d’argento. Cosi’ nello stesso giorno che potrebbe anche rappresentare una sorta di spartiacque generazionale (il 20enne Fabio Quartararo ‘poleman’ ad Assen, in una prima fila che e’ la piu’ giovane nella storia della top class del motociclismo), anche il 21enne talento monegasco piazza l’acuto che noi ti aspetti, anche se le libere lo avevano visto sempre davanti.

Lo strepitoso 1’03″003 significa la seconda pole in carriera, dopo quella in Bahrain, per il ferrarista che precede di 0″259 millesimi il campione del mondo Lewis Hamilton che si consola con la 140ma prima fila in carriera, l’8/a quest’anno, ma che deve fare i conti con la severita’ della commissione gara che non gli perdona l’aver ostacolato Raikkonen durante i giri di qualifica: tre posti di penalizzazione per capoclassifica mondiale e ‘retrocessione’ dal 2/o al 5/o posto (in terza fila) per l’iridato britannico che domani al via avra’ davanti anche Max Verstappen, che passa da terzo a secondo, il compagno di squadra Valtteri Bottas (da quarto a terzo) e anche il sorprendente talento britannico Lando Norris su McLaren (da 5/o a 4/o). Uno sfortunato Sebastian Vettel dovra’ invece accontentarsi della quinta fila, col decimo tempo (ma partira’ col 9/0 per la penalita’ a Magnussen, oggi quinto tempo, per la sostituzione del cambio): un problema tecnico sulla sua SF90 ha infatti impedito al quattro volte iridato di prendere parte alla sfida decisiva.

“Peccato, la macchina valeva la pole – ha detto il tedesco – ma sono contento che sia andata bene a Charles”. Un ‘incidente’ di percorso che comunque non inficia quanto fatto vedere di buono dalle due Ferrari (di nuovo in pole in Austria per la prima volta dal 2003 e che domani partira’ con la gomma rossa) allo Spielberg. La piu’ simile a quella del ‘pastrocchio’ canadese, dove il tedesco aveva tagliato il traguardo per primo. Ottima anche la performance dell’Alfa Romeo che domani scatteranno sesta e settima. Che comunque tutto sarebbe andato nel verso giusto per il francesino lo si era capito gia’ nel Q2, quando le Ferrari hanno deciso di giocarsi la qualifica alla Q3 con la gomma soft, mentre Mercedes e Verstappen hanno optato per quella gialla. Scelte che, ovviamente, avranno il loro ‘peso’ nelle strategie di gara. Con la Ferrari del giovane del team a sfrecciare dalla pole.

Leggi anche:
L'Inter fermata sul 2-2 a Verona, ora è quarta
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti