Comunali in Sicilia, a Mistretta eletto sindaco “impresentabile”

Comunali in Sicilia, a Mistretta eletto sindaco “impresentabile”
11 ottobre 2021

E’ stata pari al 46,44% l’affluenza alle urne nei 42 centri siciliani chiamati al voto ieri e oggi per rinnovare le amministrazioni comunali. Lo spoglio è iniziato subito dopo la chiusura dei seggi, alle 14, ed è tuttora in corso. Nessun capoluogo di provincia era chiamato al voto, ma la tornata elettorale ha riguardato comunque 568.357 cittadini.

I primi responsi dicono che in provincia di Caltanissetta, a Vallelunga Pratameno, è stato eletto sindaco Giuseppe Montesano col 45% delle preferenze. In provincia di Messina, a Brolo, è stato eletto Francesco Paolo Cortolillo col 56,7% dei voti. Nel Siracusano Michelangelo Giansiracusa ha ottenuto 1.423 preferenze, venendo eletto per la terza volta sindaco. A Montallegro, in provincia di Agrigento, è stato eletto sindaco Giovanni Cirillo col 63,51% di preferenze. In Sicilia occidentale, ad Alcamo è in vantaggio il sindaco uscente del Movimento 5 Stelle Domenico Surdi sull’imprenditore Massimo Cassarà, sostenuto da 8 liste di centrodestra. Segue Giusy Bosco, sostenuta da Pd, Udc e Sicilia Futura; e Alessandro Fundarò di Fratelli d’Italia.

Ad Antillo, in provincia di Messina, è stato eletto sindaco col 92,48% dei voti Davide Paratore. Sempre nel Messinese, a Mistretta, è stato eletto sindaco Sebastiano Sanzarello col 69,8 % di preferenze. Sanzarello pochi giorni fa era stato definito “impresentabile” dal presidente della commissione antimafia Nicola Morra perché accusato di concussione. In provincia di Palermo, a Terrasini, Giosuè Maniaci è stato riconfermato sindaco con l’82% di preferenze.

Leggi anche:
Coronavirus, più tamponi meno contagi. Risalgono i morti

Nei cinque centri più grossi chiamati al rinnovo delle amministrazioni comunali in Sicilia, tra i 42 in cui si votava, a Caltagirone vince il giallorosso Fabio Roccuzzo; a Grammichele è stato eletto sindaco l’autonomista Pippo Greco. A Giarre vince Leo Cantarella. A Ramacca, invece, è il sindacalista Nunzio Vitale a conquistare la poltrona di primo cittadino. Ad Adrano, infine, si tornerà alle urne tra due settimane per il duello tra Carmelo Pellegriti e Fabio Mancuso.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti