Coronavirus in Italia, sempre più morti. Sileri: vaccino obbligatorio se non ci sarà adesione di massa

Coronavirus in Italia, sempre più morti. Sileri: vaccino obbligatorio se non ci sarà adesione di massa
29 dicembre 2020

Sono 11.212 i nuovi casi di Covid-19 registrati in Italia nelle ultime 24 ore, dove sono avvenuti 659 decessi. Continua a scendere il numero delle persone attualmente positive, oggi sono 568.728 (-6493 rispetto a ieri). E’ quanto emerge dall’odierno bollettino del ministero della Salute sull’emergenza Coronavirus. Ieri i nuovi casi erano stati 8.585 con 68.681 tamponi e i morti erano stati 445. I tamponi eseguiti sono stati 128.740 (qusi il doppio rispetto a ieri), con positività in calo a 8,7% rispetto al 12,5% di ieri. Nelle ultime 24 ore 17.044 persone sono guarite dalla malattia. Sono 23662 (270 meno di ieri) invece le persone attualmente ricoverate con sintomi negli ospedali italiani. In terapia intensiva oggi ci sono 2549 persone (-16). Nelle ultime 24 ore in intensiva sono entrate 256 persone (ieri 167). In isolamento domiciliare si trovano oggi 542517 persone (-6207). Con 2655 è il Veneto la regione italiana con il maggiore numero di nuovi casi Covid-19. Dietro il Lazio con 1218 casi. In tutte le altre regioni si sono registrati meno di mille nuovi casi.

VACCINO OBBLIGATORIO

Vaccino obbligatorio se non ci sarà un’adesione di massa. Il vice ministro della Salute Pierpaolo Sileri è soddisfatto per l’avvio della campagna di vaccinazioni, ma in una intervista alla “Stampa” esprime prudenza, “perché abbiamo ancora diversi mesi di convivenza con il virus. Non illudiamoci di uscirne in poche settimane. Per sconfiggere il Covid ci sarà bisogno di un`adesione massiccia al vaccino”. Al momento, però, riferisce Sileri, “non è prevista alcuna obbligatorietà” per il vaccino. Ma “se nei prossimi mesi, con più dosi e più vaccini disponibili, la campagna di vaccinazione non dovesse raggiungere i 2/3 della popolazione, allora si dovrebbero prendere delle contromisure. Tra queste, c`è l`obbligatorietà. Ma non è un problema attuale. E sono fiducioso che un`ampia campagna di educazione sul vaccino migliorerà in modosignificativoi risultati”.

LO SCENARIO PER REGIONE

LOMBARDIA

Sono 843 i nuovi positivi al Covid-19 in Lombardia, il 7,2% degli 11.607 tamponi processati nelle ultime 24 ore. I decessi sono 49, con il totale da inizio pandemia che arriva a 24.958. Calano i ricoveri: 14 pazienti in meno in terapia intensiva, per 498 letti occupati; -157 il saldo negli altri reparti, dove ci sono oggi 3.634 persone. Oltre mille i guariti-dimessi, con il totale complessivo che da febbraio arriva a 393.995, di cui 3.120 dimessi e 390.875 guariti. La provincia che conta il maggior numero di contagi è sempre quella di Milano con 256 casi, di cui ben 206 a Milano città. A seguire: Brescia 105; Pavia 74; Varese 68; Monza e Brianza 59; Como 50; Mantova 46; Sondrio 42; Cremona 38; Lecco 34; Lodi 29; Bergamo 14.

VALLE D’AOSTA

Ricoverati e terapie intensive in calo in Valle d’Aosta nelle ultime 24 ore. È quanto emerge dal bollettino Covid diffuso dal Ministero della sanità. I ricoverati sono scesi a 73 di cui uno in terapia intensiva al Parini. Gli attualmente positivi scendono a 413, anche a causa del problema tecnico verificatosi ieri e che ha prodotto 61 falsi positivi. Da registrare anche due decessi (il totale sale a 378). I tamponi effettuati sono stati 346. Infine sono 339 le persone in isolamento domiciliare.

PIEMONTE

Oggi l’Unità di crisi della Regione Piemonte ha comunicato 921 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 (di cui 221 dopo test antigenico), pari al 5,5 % dei 16.660 tamponi eseguiti, di cui 9.023 antigenici. Dei 921 nuovi casi, gli asintomatici sono 462, pari al 50,2%. I decessi sono 56. I casi sono così ripartiti: 358 screening, 373 contatti di caso, 190 con indagine in corso; per ambito: 146 RSA/Strutture socio-assistenziali, 40 scolastico, 735 popolazione generale. Il totale dei casi positivi diventa quindi 198.905, così suddivisi su base provinciale: 17.666 Alessandria, 9.985 Asti, 6.895 Biella, 27.489 Cuneo, 15.463 Novara, 104.476 Torino, 7.532 Vercelli, 6686 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 1060 residenti fuori regione, ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 1653 sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale. I ricoverati in terapia intensiva sono 196 (- 9 rispetto a ieri). I ricoverati non in terapia intensiva sono 3029 (- 13 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 29.021 I tamponi diagnostici finora processati sono 1.979.826 (+ 16.660 rispetto a ieri), di cui 910.397 risultati negativi.

PROVINCIA DI TRENTO

Sono 12 i nuovi decessi a causa del Covid riportati dal bollettino dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari in Trentino, 5 donne e 7 uomini, la maggior parte riguardano persone con più di 80 anni (93 anni la vittima più anziana e 72 quella più giovane). I contagi rilevati tramite molecolare sono 92 su 1.543 tamponi, e anche 190 nuovi casi emersi dal test rapido su 1.214 antigenici eseguiti.

Leggi anche:
Russia, Navalny trasferito in unità ospedaliera per detenuti. Ue "preoccupata"

PROVINCIA DI BOLZANO

Il Covid 19 continua a mietere vittime in Alto Adige: il bollettino quotidiano della pandemia segnala altri 7 decessi nelle ultime 24 ore, che portano a 729 il totale dall’inizio dell’emergenza sanitaria. Inoltre, i laboratori dell’Azienda sanitaria provinciale hanno processato 1.098 tamponi Pcr, di cui solo 178 nuovi test, ed accertato 91 nuovi casi positivi. Inoltre, altre 311 infezioni sono state rilevate sulla base di 4.155 test antigenici. In totale, dall’inizio dell’emergenza sanitaria, le persone testate positive al coronavirus da Pcr sono 29.014. I pazienti Covid-19 ricoverati sono 20 nelle terapie intensive, 153 nei normali reparti ospedalieri, 129 nelle strutture private convenzionate e 37 in isolamento nelle strutture di Colle Isarco e Sarnes. Le persone in isolamento domiciliare sono 6.741, mentre i guariti accertati con test Pcr sono 17.607 (13 in più rispetto ad ieri), ai quali si aggiungono 1.515 persone (4 in più) che avevano un test dall’esito incerto o poco chiaro e che in seguito sono risultate negative al test. Le persone guarite per indagine epidemiologica, inoltre, sono 6.567 (221 in più).

FRIULI VENEZIA GIULIA

Oggi in Friuli Venezia Giulia sono stati rilevati 685 nuovi contagi da coronavirus su 8.294 tamponi eseguiti (pari all’8,2%), di cui 993 da test rapidi antigenici. Ieri l’incidenza era pari al 10,5% (272 positivi su 2.571 test). I decessi sono 14, a cui si aggiungono altri 7 verificatisi nei giorni precedenti (dal 7/12 al 26/12). I ricoveri nelle terapie intensive sono 60 (ieri erano 56) mentre quelli in altri reparti ammontano a 655 unità (ieri 645). Lo comunica il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. Le persone risultate positive al virus in regione dall’inizio della pandemia sono in tutto 49.825. I decessi complessivamente ammontano a 1.612, con la seguente suddivisione territoriale: 443 a Trieste, 728 a Udine, 339 a Pordenone e 102 a Gorizia. I totalmente guariti sono 34.086, i clinicamente guariti 872, mentre le persone in isolamento sono diminuite raggiungendo quota 11.062 (ieri erano 11.411).

VENETO

I positivi a coronavirus in Veneto registrati nelle ultime 24 ore sono 2.655 per un totale di 246089 da inizio della pandemia. Sono 3.395 i ricoverati +1 nelle ultime 24 ore, 397 sono in terapia intensiva + 10, i dimessi sono 10.519, i decessi totali sono 6298 +191 nelle ultime 24 ore. E’ questo il bollettino del coronavirus in Veneto illustrato dall’assessore alla Sanità, Manuela Lanzarin che ha sostituito il presidente del Veneto, Luca Zaia accorso a constatare lo stato della regione dopo la scossa di terremoto che si è avvertita intorno alle 12.20. Sono 3.258.961 i tamponi molecolari totali, i tamponi rapidi 1.792 463 rapidi, 5 mln di tamponi totali.

EMILIA-ROMAGNA

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 167.969 casi di positività, 894 in più rispetto a ieri, su un totale di 19.303 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri cala ancora ed è del 4,6%. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 46 anni. Purtroppo, si registrano 90 nuovi decessi. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 19.303 tamponi, per un totale di 2.538.045. A questi si aggiungono anche 352 test sierologici e 8.507 tamponi rapidi effettuati da ieri. In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 7.614. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 221 (1 in più rispetto a ieri), 2.598 quelli negli altri reparti Covid (-43).

LUGURIA

In Liguria sono stati registrati 305 nuovi casi di Coronavirus e altri 15 morti. Lo ha reso noto la Regione Liguria, sottolineando che nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 4.043 tamponi. Le vittime avevano un’età compresa tra i 76 e i 97 anni. Al momento in tutto il territorio ligure sono 774 i pazienti Covid ricoverati in ospedale, 5 meno di ieri, di cui 63 in terapia intensiva. Sono 5.784, invece, le persone attualmente positive, 78 in più di ieri, e 5.136 quelle sottoposte a sorveglianza attiva.

TOSCANA

In Toscana sono 119.236 i casi di positività al Coronavirus, 271 in più rispetto a ieri, lo 0,2% in più rispetto al totale del giorno precedente. Purtroppo, oggi si registrano 15 nuovi decessi: 8 uomini e 7 donne con un’età media di 83,2 anni. I guariti crescono dello 0,5% e raggiungono quota 105.589 (88,6% dei casi totali). Gli attualmente positivi sono oggi 10.015, -2,6% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.036 (18 in meno rispetto a ieri), di cui 157 in terapia intensiva (7 in meno). Oggi si registrano 15 decessi: 8 uomini e 7 donne con un’età media di 83,2 anni. I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.861.004 – 7.802 in più rispetto a ieri -, di cui il 3,5% positivo. Sono invece 2.606 i soggetti testati oggi (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 10,4% è risultato positivo. A questi si aggiungono i 5.208 tamponi antigenici rapidi eseguiti oggi. Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale – relativi all’andamento dell’epidemia in regione. L’età media dei 271 casi odierni è di 46 anni circa (il 14% ha meno di 20 anni, il 27% tra 20 e 39 anni, il 31% tra 40 e 59 anni, il 20% tra 60 e 79 anni, l’8% ha 80 anni o più). Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti COVID oggi sono complessivamente 1.036 (18 in meno rispetto a ieri, meno 1,7%), 157 in terapia intensiva (7 in meno rispetto a ieri, meno 4,3%).

Leggi anche:
Navalny rischia l'arresto cardiaco. La figlia: "Fatelo visitare da un medico"

ABRUZZO

Sono complessivamente 34580 i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall’inizio dell’emergenza. Rispetto a ieri si registrano 47 nuovi casi (di età compresa tra 9 e 97 anni). I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 4, tutti in provincia di Pescara. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 9 nuovi casi e sale a 1185 (di età compresa tra 61 e 91 anni, 1 in provincia di Pescara e 8 in provincia di Teramo). Del totale odierno, 8 casi fanno riferimenti a decessi avvenuti nei giorni scorsi e comunicati solo oggi dalle Asl. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 22123 guariti (+311 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi in Abruzzo sono 11272 (-273 rispetto a ieri). Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 508059 test (+1398 rispetto a ieri). 451 pazienti (-6 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 38 (+1 rispetto a ieri con 2 nuovi ricoveri) in terapia intensiva, mentre gli altri 10783 (-267 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. Del totale dei casi positivi, 10850 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+7 rispetto a ieri), 6964 in provincia di Chieti (+15), 7048 in provincia di Pescara (+21), 9283 in provincia di Teramo (+5), 280 fuori regione (-1) e 155 (invariato) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

MARCHE

Nelle Marche sono 508 i nuovi contagi di coronavirus. Il Servizio sanità della Regione comunica che nelle ultime 24 ore sono stati testati 4.229 tamponi: 2.653 nel percorso nuove diagnosi (1.620 tamponi molecolari e 1.033 nello screening con percorso antigenico) e 1.576 nel percorso guariti. Dei 508 casi odierni 38 sono stati registrati in provincia di Macerata dove i positivi da inizio emergenza salgono a 8.808, 123 ad Ancona (11.222), 194 a Pesaro Urbino (9.216), 83 a Fermo (4.636), 36 ad Ascoli Piceno (5.054) e 34 da fuori regione (1.400). Da inizio emergenza i contagi superano quota 40mila (40.336) con 308.324 tamponi testati.

UMBRIA

Sono 161 i nuovi casi di positività al Covid accertati in Umbria nelle ultime 24 ore su 3.657 tamponi analizzati (496.881 quelli complessivamente eseguiti dall’inizio della pandemia), con un tasso di positività che ridiscende al 4,4%. Secondo i dati della Regione, aggiornati al 29 dicembre, i guariti sono 148 (24.132 in tutto) e tre i morti (613). Salgono quindi a 3.568 gli attualmente positivi. I ricoverati sono 301 (uno in meno di ieri), 38 dei quali (quattro in più) in terapia intensiva.

LAZIO

Aumentano i nuovi positivi nel Lazio. “Oggi, su oltre 11mila tamponi, si registrano 1.218 casi”, rende noto l’assessore alla Sanita’ regionale, Alessio D’Amato. Ieri i nuovi positivi erano stati 966 su quasi 10mila tamponi eseguiti. Cresce anche il numero dei decessi: sono 54, mentre ieri erano stati 47. I guariti nelle ultime 24 ore sono stati 2.549.

MOLISE

Due morti – 188 in totale dall’inizio dell’emergenza – 44 nuovi contagi, in aumento rispetto a ieri (9), a fronte di 733 tamponi processati, ieri 257, un ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale Cardarelli di Campobasso, 194 guariti. È il report diffuso dall’Azienda sanitaria regionale sulle ultime 24 ore. Il totale degli attualmente positivi è 2.146, 53 i ricoverati nel reparto di malattie infettive dell’ospedale Cardarelli di Campobasso, ieri 56, 10 in terapia intensiva, ieri 8. Gli asintomatici a domicilio sono 1.998, mentre il totale dei soggetti in isolamento è 2.371.

Leggi anche:
Ristoratori bloccano A1. Fipe: aiutare chi resta chiuso

BASILICATA

Settanta casi positivi al coronavirus sono stati riscontrati su 704 tamponi processati ieri in Basilicata: la task force regionale ha specificato che 66 appartengono a persone residenti in regione e che ieri è stato registrato anche un decesso (il totale delle vittime lucane è salito a 242). Rispetto all’aggiornamento diffuso ieri, scendono da 98 a 90 le persone ricoverate con il covid, mentre restano sei quelle in terapia intensiva. Con 43 guariti (in totale 4.240) il numero dei lucani attualmente positivi è di 5.764. Dall’inizio dell’emergenza, in Basilicata sono stati analizzati 181.611 tamponi, 168.904 dei quali sono risultati negativi.

PUGLIA

In Puglia, nelle ultime 24 ore sono stati registrati 9.668 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 749 casi positivi: 287 in provincia di Bari, 74 in provincia di Brindisi, 126 nella provincia BAT, 81 in provincia di Foggia, 59 in provincia di Lecce, 106 in provincia di Taranto, 10 residenti fuori regione, 6 casi di provincia di residenza non nota. Sono stati registrati 34 decessi: 11 in provincia di Bari, 8 in provincia BAT, 11 in provincia di Foggia, 4 in provincia di Taranto. Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 1.022.357 test. 32.572 sono i pazienti guariti. 52.833 sono i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 87.833.

CAMPANIA

In Campania, nelle ultime 24 ore, si sono registrati 625 positivi al Coronavirus, 1.384 guariti e 46 decessi, di cui 26 nelle ultime 48 ore e 20 deceduti in precedenza, ma registrati ieri. Gli asintomatici sono 552 e i sintomatici 73. A comunicarlo l’Unità di crisi regionale. Il totale dei contagi da Covid-19, da inizio pandemia, sale a 187.189, i morti sono 2.765 e le guarigioni 105.933. I tamponi processati complessivamente 2.004.376 di cui 6.849 eseguiti ieri. Il report posti letto su base regionale riporta 656 posti letto di terapia intensiva disponibili, di cui 97 occupati mentre i posti letto di degenza disponibili, tra posti letto Covid e offerta privata 3.160, di cui 1.402 occupati.

CALABRIA

“In Calabria ad oggi sono stati sottoposti a test 415.960 soggetti per un totale di tamponi eseguiti 434.303 (allo stesso soggetto possono essere effettuati più test). Le persone risultate positive al coronavirus sono 23.069 (+163 rispetto a ieri), quelle negative 392.891”. Lo rende noto la Regione Calabria nel bollettino quotidiano dei dati relativi al coronavirus: i decessi dall’inizio dell’emergenza sono 464 (+8 rispetto a ieri).

SICILIA

In Sicilia 995 nuovi casi Covid, in forte aumento rispetto a ieri quando erano 650 (un dato quasi triplicato in tre giorni). Gli attuali positivi sono 33.409: 1.093 ricoverati con sintomi, 169 in terapia intensiva (8 del giorno), sei in meno rispetto a ieri, e 32.147 in isolamento domiciliare. Sono 2.352 i deceduti, 26 in più; 91.261 i casi totali, 55.550 i dimessi guariti (+806), con un incremento dei tamponi effettuati pari a 8.807.

SARDEGNA

Sono 30.417 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall’inizio dell’emergenza. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale sono stati rilevati 116 nuovi casi. Si registrano anche 7 decessi (738 in tutto). In totale sono stati eseguiti 474.385 tamponi con un incremento di 2.489 test. Sono invece 498 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (+1 rispetto al dato di ieri), mentre è di 45 (+1) il numero dei pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 15.715. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 13.130 (+200) pazienti guariti, più altri 291 guariti clinicamente. Sul territorio, dei 30.417 casi positivi complessivamente accertati, 6.821 (+46) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 4.945 (+22) nel Sud Sardegna, 2.401 (+13) a Oristano, 6.044 a Nuoro, 10.206 (+35) a Sassari.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti