Coronavirus, raddoppiati i contagi nelle ultime 24 ore. E anche i morti

Coronavirus, raddoppiati i contagi nelle ultime 24 ore. E anche i morti
5 agosto 2020

Tornano a salire i contagi in Italia. Secondo i dati del ministero della Salute nelle ultime 24 ore sono stati registrati 384 casi di positività al Covid-19. Ieri erano stati 190. I decessi registrati nelle ultime 24 ore in Italia sono stati 10, il doppio di ieri. Complessivamente 35.181 le vittime dall’inizio della pandemia. Sul fronte ospedaliero si registrano 3 nuovi ricoveri di pazienti con sintomi (764 il totale), nessun ingresso in terapia intensiva dove restano 41 pazienti e 11.841 pazienti in isolamento domiciliare (+161). Gli attualmente positivi sono 12.646 (164 più di ieri). I guariti o dimessi sono in tutto 200.976 (210 più di ieri). Oggi, sono stati superati i 7 milioni di tamponi. Con i 56.451 tamponi effettuati nelle ultime 24 ore – ben 12.663 mila in più di ieri – il numero complessivo è 7.041.040. Grazie alle attività di screening e sospetto diagnostico, fino a oggi sono stati scoperti 248.803 casi positivi. Solo una regione senza nuovi casi, la Valle d’Aosta.

 

LO SCENARIO PER REGIONE

Lombardia

Sono 5 i decessi e 138 (di cui 13 ‘debolmente positivi’ e 4 a seguito di test sierologici) i nuovi casi positivi legati al Covid registrati in Lombardia. Dei 138 nuovi casi, 62 sono in provincia di Mantova e vi è compresa una prima parte (oggi comunicata dai laboratori a Regione Lombardia) dei lavoratori dell’azienda agricola dove si è sviluppato un focolaio. Ieri sono state dimesse 62 persone, mentre ne sono entrate due in terapia intensiva e 4 sono state ricoverate. I nuovi casi sono 16, di cui 8 a Milano città, a Milano; 17 a Bergamo; 15 a Brescia; 5 a Como; 3 a Cremona; 4 a Lodi, 3 a Varese e 1 a Pavia. Nessun nuovo contagio a Lecco e Sondrio.

Piemonte

Sono due i decessi di persone positive al Coronavirus e 21 i nuovi contagi, di cui 12 asintomatici e 5 ‘importati’, nelle ultime 24 ore in Piemonte. Lo rende noto l’Unità di crisi regionale, che registra anche 35 guariti rispetto a ieri, con altri 639 in via di guarigione. Dall’inizio della pandemia, il bilancio dell’emergenza in Piemonte è dunque di 4.134 decessi, 31.740 contagi e 26.187 guariti. Calano i ricoverati: sono 4 (-2) in terapia intensiva, 94 (-7) in terapia non intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 682. I tamponi diagnostici finora processati sono 510.732, di cui 280.030 risultati negativi.

Provincia Autonoma di Bolzano

I laboratori dell’Azienda sanitaria altoatesina nelle ultime 24 ore hanno effettuato 1.294 tamponi, 5 dei quali sono risultati positivi. Il numero delle persone positive al coronavirus sale pertanto a 2.745. Sono otto i pazienti Covid-19 ricoverati nei normali reparti ospedalieri e nelle cliniche private, mentre altri 5 pazienti Covid-19 si trovano in isolamento nella struttura di Colle Isarco. Nessun paziente Covid è ricoverato in terapia intensiva. Il numero dei decessi rimane stabile a 292 persone. Sale il numero delle persone in isolamento domiciliare che ora sono 900.

Veneto

Sono 30 i positivi in più in Veneto rispetto a questa mattina, per 1087 casi attualmente positivi. Lo comunica il bollettino serale della Regione Veneto. Sono 20324 i positivi dall’inizio dell’emergenza sanitaria, 17160 i negativizzati, 120 i ricoverati di cui 8 in terapia intensiva, 2077 i decessi totali.

Leggi anche:
Coronavirus, crescono contagi e vittime. Remuzzi: non c'è seconda ondata ma fenomeni locali

Liguria

Sono 7 i nuovi contagi registrati oggi nel bollettino sull’emergenza coronavirus in Liguria. Confermati i 3 casi della famiglia rientrata nei giorni scorsi a Pigna, nell’imperiese, da Parigi. Due sono invece contatti di caso positivo nel savonese. Uno si èregistrato a Genova, l’altro nello spezzino. Le persone ricoverate in ospedale sono 18, meno 4 rispetto a ieri. Nessuno è in terapia intensiva. I decessi sono 1568 da inizio emergenza: nessuna nuova vittima nelle ultime 24 ore.

Emilia Romagna

Quarantasette casi positivi in più rispetto a ieri, di cui 34 asintomatici rilevati grazie allo screening regionale, e nessun decesso. Questi i principali dati registrati alle 12 di oggi in Emilia Romagna, che conta 29.897 casi di positività da inizio epidemia coronavirus. Per quanto riguarda le province dove oggi si registrano più casi, a Piacenza, degli 8 nuovi (di cui 1 ricoverato e gli altri in isolamento domiciliare), 3 sono legati a focolai già individuati, 5 sporadici (di questi, due rilevati dallo screening). Nel riminese, gli 8 nuovi casi sono tutti collegati a focolai già noti. In provincia di Bologna, dei 7 nuovi casi, 4 sono sintomatici: uno importato dall’estero (Croazia), un altro dalle Marche, un altro ancora diagnosticato in Veneto – ma poi rientrato nel bolognese dove risiede -; l’ultimo è un caso sporadico. Dei 3 asintomatici, invece, 2 fanno parte del focolaio “Interporto”, 1 di un focolaio familiare. Tutti e 7 sono in isolamento domiciliare.

Toscana

In Toscana sono 10.530 i casi di positività al Coronavirus, 11 in più rispetto a ieri (4 identificati in corso di tracciamento e 7 da attività di screening). Due degli 11 nuovi casi sono stati identificati grazie ai test effettuati negli aeroporti toscani. I nuovi casi sono lo 0,1% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,01% e raggiungono quota 8.978 (85,3% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 438.634, 3.893 in più rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono oggi 415, +2,5% rispetto a ieri. Oggi non si registrano nuovi decessi. Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale – relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

Umbria

Ancora due casi accertati di coronavirus in Umbria, 1.479 totali, dove però dopo diversi giorni si registra un nuovo guarito, 1.364, e un dimesso dall’ospedale di Terni, ora sei i ricoverati, nessuno in terapia intensiva. È il quadro che emerge dal sito della Regione. I due nuovi casi vengono entrambi indicati a Passignano sul Trasimeno. Salgono cosi’ da 34 a 35 gli attualmente positivi mentre rimangono 80 i morti registrati dall’inizio della pandemia.

Lazio

Oggi nel Lazio si registrano 12 casi e un decesso. Di questi 3 sono casi di importazione: un caso dal Kosovo, uno da Albania e uno da Senegal. Nella Asl Roma 1 un caso nelle ultime 24 ore e si tratta di un uomo con un link a un caso già noto e isolato. Nella Asl Roma 2 sono 5 i casi nelle ultime 24 ore e di questi uno riguarda una suora di rientro dall’Albania e ora ricoverata allo Spallanzani, avviato il contact tracing internazionale. Quattro casi hanno un link a un cluster già noto e isolato. Nella Asl Roma 3 sono 3 i casi nelle ultime 24 ore e si tratta di una ragazza di 19 anni con link a un caso già noto e isolato e due casi di un ragazzo di 21 anni e una ragazza di 17 anni fratello e sorella con link a un caso già noto e isolato. Nella Asl Roma 6 sono due i casi nelle ultime 24 ore e si tratta di un uomo italiano di rientro dal Kosovo per il quale è in corso l’indagine epidemiologica e un uomo di nazionalità del Senegal, in corso l’indagine epidemiologica. Infine per quanto riguarda le province un caso e zero decessi nelle ultime 24 ore e riguarda la Asl di Rieti. Si tratta di una donna con un link familiare a un caso già noto e isolato.

Leggi anche:
Omicidio Vannini, 14 anni a Antonio Ciontoli e 9 a moglie e figli. Genitori di Marco: "La giustizia esiste"

Marche

Nelle ultime 24 ore sono sei i nuovi casi di Covid-19 accertati nelle Marche su 1.173 tamponi processati, dei quali 665 nel percorso nuove diagnosi e 508 in quello dei guariti: 3 nella provincia di Ancona, uno in provincia di Pesaro-Urbino, uno in quella di Fermo e un altro in quella di Ascoli Piceno. In particolare, si tratta di 3 persone rientrate dall’estero, di due casi sintomatici e di una sesta persona che era in accesso ad un pronto soccorso. Lo si apprende dal primo bollettino del Gores, il gruppo operativo che coordina l’emergenza sanitaria nella regione.

Abruzzo

In regione rispetto a ieri si registrano 19 nuovi casi (di cui 16 riferiti al focolaio reso noto ieri pomeriggio). Lo comunica il Servizio Prevenzione e Tutela della Salute dell’Assessorato regionale alla Sanità precisando che 19 pazienti (+1 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 1 (invariato rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 120 (+14 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 472 pazienti deceduti (invariato rispetto a ieri); 2808 dimessi/guariti (+4 rispetto a ieri, di cui 10 che da sintomatici con manifestazioni cliniche associate al Covid 19, sono diventati asintomatici e 2798 che hanno cioè risolto i sintomi dell’infezione e sono risultati negativi in due test consecutivi). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 140, con un aumento di 15 unità rispetto a ieri.

Leggi anche:
Coronavirus, anche in Cina test rapidi con risultato in 30 minuti

Puglia

Sono 23 i casi positivi al Covid segnalati nell’ultimo bollettino epidemiologico della Regione Puglia: si tratta del numero più alto di contagi da molte settimane. I due focolai più consistenti continuano ad essere in provincia di Foggia e di Lecce (dove sono stati segnalati rispettivamente 9 e 8 casi); 3 in provincia di Bari, 2 in provincia di Brindisi, 1 riguardante un residente fuori regione. Non sono stati registrati decessi. Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 249.211 test e risultate positive 4.678 persone. 3973 sono i pazienti guariti; 152 sono i casi attualmente positivi.

Basilicata

Su 274 tamponi processati ieri in Basilicata uno solo è risultato positivo al coronavirus: riguarda una persona residente a Matera rientrata dall’estero e ora in isolamento domiciliare. Lo ha reso noto la task force regionale. Salgono quindi a tre i residenti in Basilicata positivi e in isolamento domiciliare. Le due persone di nazionalità straniera ricoverate nel reparto di malattie infettive dell’ospedale San Carlo di Potenza non sono invece conteggiate nel bilancio lucano. Sono inoltre cinque le persone straniere contagiate che si trovano in isolamento domiciliare e 31 i migranti in isolamento in strutture di accoglienza. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria in Basilicata il coronavirus ha causato la morte di 28 persone, mentre 373 sono guarite.

Campania

Otto persone positive al Covid-19, due decessi e 4 guariti nelle ultime 24 ore in Campania. A comunicarlo l’Unità di crisi della Regione. I contagi, da inizio epidemia, salgono a 5.030 mentre i decessi sono 438. I tamponi eseguiti in totale 341.031, di cui 2.085 effettuati nella giornata di ieri. I guariti sono in tutto 4.198.

Calabria

“In Calabria ad oggi sono stati effettuati 122.492 tamponi. Le persone risultate positive al Coronavirus sono 1.274 (+2 rispetto a ieri), quelle negative sono 121.218”. Lo rende noto la Regione Calabria nel bollettino quotidiano dei dati relativi al Coronavirus: restano 97 i decessi dall’inizio dell’emergenza (dato invariato da 68 giorni).

Sicilia

Aumentano i casi di coronavirus in Sicilia dove sono 21 i nuovi contagi, di cui 5 migranti. Nove casi si sono registrati nel ragusano, 4 a Catania, 3 a Palermo e 5 a Messina.

Sardegna

Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale si registrano 9 nuovi casi, di cui due migranti arrivati in Sardegna con gli ultimi sbarchi. Sono 1.427 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall’inizio dell’emergenza. In totale sono stati eseguiti 109.882 tamponi. I pazienti ricoverati in ospedale sono 5, nessuno in terapia intensiva, mentre 53 sono le persone in isolamento domiciliare. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 1.236 pazienti guariti, più altri 4 guariti clinicamente. Sul territorio, dei 1.427 casi positivi complessivamente accertati, 267 (+5 rispetto al dato di ieri) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 127 (+2) nel Sud Sardegna, 61 a Oristano, 84 (+1) a Nuoro, 888 (+1) a Sassari.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti