Crollo diga in Brasile, bilancio sale a 60 morti e 292 dispersi

28 gennaio 2019

Nuovo bilancio per le vittime del crollo della diga mineraria a Brumadinho, diffuso dai pompieri locali: 60 morti, dei quali 19 identificati, e 292 dispersi. Una strage provocata dal crollo di una diga nella località brasiliana di Brumadinho, nel Sudest del Paese. Lo ha annunciato il portavoce della Protezione civile dello Stato di Minas Gerais, incaricato di organizzare i soccorsi. Secondo il portavoce, il numero delle persone decedute “andrà certamente ad aumentare”.

I soccorritori hanno infatti individuato e non ancora raggiunto un autobus con un numero indeterminato di corpi all’interno. Il crollo della diga nel complesso minerario di Córrego do Feijão è avvenuto nel primo pomeriggio di venerdì a Brumadinho, comune di 39mila abitanti situato a 60 km a sud-ovest di Belo Horizonte, la capitale di Minas Gerais. Una marea di fango di color marrone con riflessi grigiastri ha ricoperto una immensa area di vegetazione, e numerose case sono state distrutte.

Leggi anche:
Allarme nuova ondata coronavirus, mascherine obbligatorie anche all'aperto

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti