Europei U21: azzurrini eliminati dal Portogallo

Europei U21: azzurrini eliminati dal Portogallo
1 giugno 2021

È il Portogallo a sbarrare la strada agli azzurrini negli Europei di calcio under21 con un 5-3 al termine di una partita conclusa ai supplementari. Decisive le reti di Jota e Conceicao nel secondo tempo supplementare dopo che gli azzurri erano rimasti in dieci per l’espulsione di Lovato. Ritmi subito alti, avvio cinico dei lusitani. Carnesecchi mette in corner il fendente dalla distanza di Vitinha. Sull’angolo, respinta imprecisa, Dany Mota si alza in rovesciata e realizza un bel gol al 6′. Gli azzurri faticano a venire a capo del palleggio portoghese, che cerca gli inserimenti in profondità. L’Italia si vede quando riesce a impossessarsi fisicamente del centrocampo. Buon tentativo di Pobega, di poco a lato. Nel momento migliore della squadra di Nicolato, arriva il raddoppio del Portogallo. Al 31′ un altro corner è fatale: Bragança è libero di appoggiare verso Mota, il ‘monzese’ si gira e batte Carnesecchi sotto la traversa. Gli azzurri hanno il merito di non abbassare i giri. Bellanova manda alle stelle da buona posizione.

Proprio al 45′, ancora su corner, Frattesi prolunga sottoporta e Pobega trova il tocco vincente. All’intervallo la partita è ancora apertissima. Scoppiettante l’inizio della ripresa. Cross di Sala da sinistra, Frattesi impatta di testa in corsa e Diogo Costa respinge d’istinto. Al 58′ lancio lungo verso Queiros che indirizza di testa a centroarea, Ramos è rapidissimo a toccare alle spalle di Carnesecchi. Azzurri ancora beffati in un buon momento, la reazione è immediata. Raspadori indirizza a Frattesi che centra basso per l’inserimento di Scamacca. Al 60′ l’Italia torna sotto di un solo gol, dimostrandosi più viva che mai. Ma la difesa resta rivedibile: sempre su corner, la Ritmi subito alti, avvio cinico dei lusitani. Carnesecchi mette in corner il fendente dalla distanza di Vitinha. Sull’angolo, respinta imprecisa, Dany Mota si alza in rovesciata e realizza un bel gol al 6′. Gli azzurri faticano a venire a capo del palleggio portoghese, che cerca gli inserimenti in profondità. L’Italia si vede quando riesce a impossessarsi fisicamente del centrocampo. Buon tentativo di Pobega, di poco a lato.

Leggi anche:
Turandot cinematografica con un cast stellare all'Arena

Nel momento migliore della squadra di Nicolato, arriva il raddoppio del Portogallo. Al 31′ un altro corner è fatale: Bragança è libero di appoggiare verso Mota, il ‘monzese’ si gira e batte Carnesecchi sotto la traversa. Gli azzurri hanno il merito di non abbassare i giri. Bellanova manda alle stelle da buona posizione. Proprio al 45′, ancora su corner, Frattesi prolunga sottoporta e Pobega trova il tocco vincente. All’intervallo la partita è ancora apertissima. Scoppiettante l’inizio della ripresa. Cross di Sala da sinistra, Frattesi impatta di testa in corsa e Diogo Costa respinge d’istinto. Al 58′ lancio lungo verso Queiros che indirizza di testa a centroarea, Ramos è rapidissimo a toccare alle spalle di Carnesecchi. Azzurri ancora beffati in un buon momento, la reazione è immediata. Raspadori indirizza a Frattesi che centra basso per l’inserimento di Scamacca. Al 60′ l’Italia torna sotto di un solo gol, dimostrandosi più viva che mai. Ma la difesa resta rivedibile: sempre su corner, la palla non abbandona l’area dopo una serie di batti e ribatti, uscita a vuoto di Carnesecchi, Fabio Vieira appoggia di testa e Delprato respinge sulla linea.

Nicolato mette in campo tutto il potenziale offensivo con Sottil e Cutrone. Proprio i due confezionano il pari all’88’, quando gli azzurri sembravano non averne più: l’esterno si fa largo a sinistra e mette al centro dove l’ex Milan arriva con un riflesso da cobra. Lo stesso Cutrone ha una chance nel recupero, ma non riesce a trovare il tempo della girata. Si va ai supplementari, che cominciano malissimo: secondo giallo a Lovato e Italia in dieci dopo pochi secondi. Tuttavia, sono proprio gli azzurri a essere più convincenti. Costa si salva sul diagonale di Cutrone, il Portogallo non riesce a costruire. I lusitani si ritrovano nel secondo minitempo. Carnesecchi esce a valanga e salva sul neoentrato Leao. Al 109′ triangolazione Jota-Baro Romario-Jota e diagonale vincente che riporta avanti i lusitani. Ancora una volta grande reazione dell’Italia, Cutrone manca una clamorosa opportunità sull’assist di Zappa. Campo aperto al 119′ per l’incursione di Conceicao che fissa il punteggio. In semifinale il Portogallo affronterà la Spagna.

Leggi anche:
R. Kelly condannato a 30 anni per abusi sessuali
Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti