Fabio Capello: “In Nazionale mancano i talenti”

Fabio Capello: “In Nazionale mancano i talenti”
Fabio Capello
9 aprile 2018

“Noi allenatori siamo bravi quando abbiamo giocatori di primo livello, è difficile fare bene con giocatori mediocri. E in questo momento alla Nazionale mancano giocatori di grandi livello, mancano i leader, i giocatori che facciano la differenza. Mancini è un allenatore di esperienza, che ha girato il mondo, e questo lo aiuterà nelle relazioni con i giocatori, ma mancano i talenti”. Lo ha detto Fabio Capello ospite di ‘Radio Anch’io Sport’ su RadioUno. “In serie A c’è poca qualità: si impara dai più bravi ma sei i più bravi vengono acquistati dalle società più forti straniere il calcio italiani non ha dei buoni insegnanti, dei buoni giocatori da cui copiare qualcosa”.

Al movimento italiano manca “insegnare la tecnica a dodici anni come avviene in Spagna. Da noi si pensa subito a insegnare la tattica ma non ci sono insegnanti di calcio”. Capello esclude una candidatura per la Nazionale, vede difficile il compito di Roma e Juve in Champions, “Messi e Ronaldo ti garantiscono di partire già 1-0”. E sulla sfida scudetto dice: “Il Napoli sta perdendo vivacita’, il gioco frizzante che aveva fino a qualche mese fa, e se si gioca sulle individualita’, vedo la Juve favorita”.

Leggi anche:
Ancelotti: sarei il primo ad aver vinto 4 Champions

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti