La Juve a piccoli passi verso lo scudetto

La Juve a piccoli passi verso lo scudetto
8 maggio 2017

Tre gare alla fine della massima stagione calcistica 2017-18, ancora 270 minuti per decretare ufficialmente: scudetto, secondo posto, sesta posizione e ultima squadra a retrocedere in serie B. La Juve, con 2 pareggi consecutivi (Atalanta a Torino), procede a piccoli passi verso il 33mo titolo della sua storia, il sesto consecutivo. Le fatiche di coppe e campionato evidentemente cominciano a farsi sentire e per non perdere il treno del “triplete” Allegri fa di necessita’ virtu’: anche un punto, in fondo, va bene per centrare gli obiettivi. Domenica prossima i bianconeri, insieme ai cugini granata, decideranno la loro sorte e quella di Roma e Napoli. Se domani contro il Monaco andra’ tutto come nelle previsioni la Juve accedera’ alla finale di Champions League e di conseguenza l’atto finale di Tim Cup verra’ anticipato al 17 maggio, tre giorni dopo la sfida con la Roma. I tifosi napoletani temono che la Juve favorira’ i giallorossi per festeggiare lo scudetto in casa con il Crotone, altri sono convinti che il “traditore” (a loro giudizio) Higuain ce la mettera’ tutta per battere gli eterni rivali capitolini e regalare al Napoli l’agognato secondo posto.

La verita’ e’ che il big match tra Roma e Juve si giochera’ domenica sera mentre Torino-Napoli si disputera’ di pomeriggio alle 15. Le due rivali degli anni ’80 sapranno gia’ il risultato della gara e regolarsi di conseguenza. L’altra finalista di Tim Cup, la Lazio, scendera’ in campo sabato pomeriggio a Firenze e avra’ oltre 24 ore di riposo in piu’ della vecchia signora. I biancocelesti sono gia’ certi di un posto in Uefa e in vista della finale del 17 potrebbero anche ricorrere ad un abbondante turn over. Tutto da vedere e da verificare ma sicuramente questo rientrera’ nelle valutazioni di Allegri: dare tutto contro la Roma per portare subito a casa il primo titolo della stagione o procedere a “passi lenti e misurati” per non sprecare energie in eccedenza in vista degli appuntamenti decisivi? Ai posteri, o meglio a posteriori (in pratica a domenica sera), l’ardua sentenza. Per il resto, il Milan pur perdendo nettamente a San Siro contro la Roma resta favorita per il sesto posto nei confronti di Inter e Fiorentina; in fondo, Genoa ed Empoli vincono e quasi vanificano il successo esterno del Crotone. Ma c’e’ da giurarlo, i calabresi non si arrenderanno fino all’ultimo minuto.

Leggi anche:
Coppa Italia, Roma-Spezia, 2-4. Liguri ai quarti di finale
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti