Putin: “Con il coronavirus siamo diventati tutti virologi”

Loading the player...
8 aprile 2020

Se non il senso dell’umorismo, in un periodo come questo, cosa potrebbe salvarci? Il presidente russo Vladimir Putin, mentre ammette che il suo Paese non è ancora arrivato al picco dell’epidemia da coronavirus, cerca di sdrammatizzare, paragonando la situazione all’effetto “siamo tutti allenatori di calcio”. “Lascio la parola ai colleghi virologi, in questo periodo siamo diventati tutti virologi. Un Paese intero di virologi siamo”. Per poi sottolineare che il parere degli esperti, quelli veri è estremamente importante: “Studiamo attentamente le esperienze degli altri Paesi. Sia quelle positive che quelle negative”.

Poco prima Putin, che vediamo in queste immagini diffuse dal Cremlino, aveva mandato come altri leader mondiali un telegramma di auguri a Boris Johnson, il premier britannico in terapia intensiva. Sempre secondo lo stile di giornata. “Sono certo che la Sua energia, ottimismo e senso dell’umorismo aiuteranno a vincere questa malattia”, ha scritto il leader. Insomma se non una risata a seppellire il Covid 19, cos’altro?

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
Le spiagge della Liguria riaprono al pubblico con limitazioni


Commenti