Si torna a giocare in Repubblica Ceca, Ungheria e Armenia

Si torna a giocare in Repubblica Ceca, Ungheria e Armenia
23 maggio 2020

Dopo l’annuncio della Liga di ripartire nella settimana dell’8 giugno, verosimilmente il 12 con un recupero il 9, fioccano i campionati che hanno fissato una data per la ripartenza. L’unico torneo a non essersi mai fermato è quello Bielorusso. Francia, Scozia e Belgio hanno deciso di dire stop. Le Isole Far Oer sono partite due settimane fa, l`Estonia ha giocato tre partite in settimana. In Repubblica Ceca partenza soft: solo una partita, il recupero tra Teplice e Liberec. Un modo per testare i protocolli studiati per la ripresa in vista della prossima giornata di campionato, in programma con un turno infrasettimanale, durante la quale scenderanno in campo tutte le squadre del campionato.

Situazione simile per l’OTP Bank Liga, il campionato dell’Ungheria. Si riparte con Ferencvaros-Debrecen, uno dei due recuperi da disputare prima di ripartire con il programma delle giornate rimanenti (l’altro si giocherà in settimana tra lo stesso Ferencvaros – primo in classifica – e l’Ujpest). Dal prossimo weekend, poi, tutti in campo per completare il calendario e chiudere la stagione entro fine giugno. Riparte anche la Premier League in Armenia: tra oggi e domani si giocheranno le ultime gare della regular season, prima delle fasi finali previste dal format del campionato armeno. Nei prossimi giorni si rivedranno partite anche in Romania (27 maggio), Danimarca (al via il 28 maggio), Polonia (29 maggio), Serbia (30 maggio), Austria (2 giugno), Portogallo (4 giugno), Slovenia (5 giugno), Croazia (6 giugno), Grecia (6 giugno), Turchia (12 giugno), Norvegia (16 giugno), Svizzera (20 giugno), Russia (21 giugno), Finlandia (1° luglio). L’Italia potrebbe ripartire il 20 giugno. La Premier League sta pensando al 12 giugno

Leggi anche:
Ecco il nuovo calendario della Serie A. Si attende solo l'ok Figc-governo
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti