Usa, più morti per Covid-19 che durante la Prima Guerra Mondiale

Usa, più morti per Covid-19 che durante la Prima Guerra Mondiale
17 giugno 2020

Con oltre 700 morti nelle ultime 24 ore, gli Stati Uniti hanno ormai un numero di decessi per il coronavirus superiore a quello registrato durante la Prima Guerra Mondiale. Le vittime registrate nel Paese da ieri sono 740, secondo il bilancio della Johns Hopkins University. Il numero totale dei decessi è così salito a 116.850, più alto di quello dei militari americani uccisi durante la Grande Guerra, circa 116.500, secondo il dipartimento per gli Affari dei Veterani Usa.

Intanto, gli Stati Uniti e il Canada hanno deciso di prorogare la chiusura della loro comune frontiera fino al 21 luglio per tutti i viaggi non essenziali. “Il Canada e gli Stati Uniti hanno concordato di prorogare le restrizioni alle comuni frontiere attualmente in vigore di 30 giorni fino al 21 luglio”, ha dichiarato il primo ministro canadese Justin Trudeau. “È una decisione che proteggerà le persone da entrambi i lati del confine mentre continuiamo la lotta contro il Covid-19”, ha aggiunto. Il confine più lungo del mondo è stato chiuso dal 20 marzo, ad eccezione del commercio di beni e merci.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
Macron a Beirut: "Il Libano non è solo". La collera dei libanesi: governo negligente


Commenti