Accordo +Europa-Pizzarotti. Bonino: “Col Pd target diversi”

Loading the player...
27 marzo 2019

“La nostra sfida parte oggi”. Cosi’ il segretario di +Europa Benedetto Della Vedova, ha presentato ufficialmente l’accordo con il movimento ‘Italia in Comune’ guidato dal sindaco di Parma Federico Pizzarotti per le prossime elezioni europee. “Un’alleanza – ha spiegato – alternativa alla maggioranza nazionalpopulista, e anche con una proposta distinta dal Pd. E’ un’alleanza tra forze complementari e ne sono molto felice. In alcuni casi lavoreremo assieme anche per le elezioni amministrative. Potrebbero esserci altre novita’ nei prossimi giorni, abbiamo avviato un dialogo col partito democratico europeo di Rutelli e con Volt. Tavolta – ha aggiunto – per colpire meglio uniti e’ bene marciare divisi”.

Da parte sua Pizzarotti ha spiegato che il suo movimento e quello di Della Vedova “partono da due diversi livelli di radicamento. In Italia per parlare di Ue bisogna convincere le persone che l’Europa sia un valore aggiunto. Da soli non si va da nessuna parte. Ci sono tanti punti di contatto. Senza l’Europa – aggiunge – non saremmo padroni del nostro futuro, ma solo del nostro isolamento”. Per il presidente di Italia in Comune, “per vincere queste elezioni serve convincere le persone che l’Europa rappresenta un valore aggiunto. A chi auspica di tornare alla lira per tornare padroni del proprio destino dico che così si torna padroni soltanto della propria povertà”.

Sull’ipotesi di allargare il fronte, precisano i dirigenti del Partito, “non basta unirsi contro qualcosa serve unire con un’idea in chiave propositiva. Queste elezioni si vincono con la speranza e non con la volontà di mettere barriere”. Alessio Pascucci, coordinatore nazionale di Italia in Comune è convinto “di poter superare l’obiettivo del 4% e lo faremo proponendo agli italiani un modello nuovo di fare politica, che nasce dalle istanze dei territori per portare al Parlamento Europeo figure competenti e preparate. Ci stiamo interfacciando anche con altri soggetti perché Italia in Comune vuole allargare il più possibile il fronte europeista”.

Quanto alle liste, Della Vedova ha annunciato che si candidera’, mentre Pizzarotti ha spiegato di non voler lasciare il comune di Parma e che non ha ancora sciolto la riserva rispetto alla propria candidatura. “L’obiettivo – ha detto ancora Della Vedova – e’ quello di superare copiosamente la soglia di sbarramento del 4 per cento. L’appuntamento – ha concluso – e’ per la presentazione del simbolo a Firenze, per il 7 aprile”. L’accordo era stato anticipato da un’intervista di Emma Bonino a Repubblica, che si era rivolta direttamente al leader del Pd Nicola Zingaretti: “Faccia la sua partita – ha detto la senatrice – noi faremo la nostra. Abbiamo target diversi. Noi abbiamo un elettorato liberaldemocratico e andremo nella famiglia europea dell’Alde”.

Leggi anche:
Fase 2, dal 3 giugno frontiere aperte per cittadini Schengen e Gran Bretagna

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti