Aeroporto di Palermo, “nessuna ‘tracciabilità’ sui passeggeri

Aeroporto di Palermo, “nessuna ‘tracciabilità’ sui passeggeri
25 marzo 2020

“Ogni giorno arrivano a Palermo due voli da Roma con passeggeri che provengono anche da altre regioni di cui non abbiamo nessun monitoraggio” lo afferma Giangiacomo Palazzolo, sindaco di Cinisi, che annuncia anche di aver scritto al Presidente della Regione Nello Musumeci, all’assessore alla salute Razza e al Prefetto di Palermo per intervenire urgentemente sulla situazione dell’Aeroporto Falcone e Borsellino.

“Allo sbarco ai passeggeri viene controllata solo la temperatura – continua il primo cittadino del comune in cui ricade lo scalo aeroportuale della Sicilia occidentale – nulla però sappiamo riguardo alla provenienza e alla destinazione dei circa trecento passeggeri che ogni giorno transitano dall’Aeroporto”.

“Ho chiesto alle autorità di intervenire urgentemente perché sia attuato un controllo sui passeggeri in arrivo al Falcone Borsellino chiedendo anche la collaborazione delle compagnie aeree. Non possiamo alzare le barricate agli imbarcaderi sullo Stretto e poi improvvisare negli scali aeroportuali” conclude Palazzolo.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
Numeri stabili in Lombardia, fra un po' inizierà discesa


Commenti