Bruni subito podio, Setterosa debutto ok

Bruni subito podio, Setterosa debutto ok
Rachele Bruni
14 luglio 2019

L’Italia batte un colpo ai Mondiali di nuoto di Gwangju grazie alla classe e all’esperienza di Rachele Bruni, che ha conquistato al fotofinish il bronzo nella 10 chilometri femminile in acque libere. All’Expo Ocean Park di Yeosu, l’atleta fiorentina, veterana del gruppo azzurro, in un finale combattutissimo ha trovato il guizzo giusto per salire sul podio e portare a casa la sua prima medaglia iridata individuale della carriera, dopo l’argento ai Giochi olimpici di Rio sulla stessa distanza. La domenica in Corea del Sud ha visto gli atleti tricolori impegnati anche nella pallanuoto, con l’ importante vittoria del Setterosa all’esordio sull’Australia, nel sincro, con l’ottimo quinto posto di Linda Cerruti e Costanza Ferro nella finale del duo tecnico, e nei tuffi, con Giovanni Tocci 12/o nel trampolino da un metro e Noemi Batki-Chiara Pellacani settime nella piattaforma sincro.

“Finalmente la medaglia ai mondiali – ha commentato Bruni -. Gli ultimi 200 metri sono stati una battaglia, con tante atlete imbottigliate. E’ dal 2011 che cercavo un podio iridato e sono felice di esserci riuscita. La tattica di gara e’ stata buona. Sono stata coperta nei primi due giri, aspettando il momento per risalire senza disperdere energie ed essere poi combattiva allo sprint. E’ un’emozione incredibile aver vinto questa medaglia. La inseguivo da tanto tempo ma a Tokyo l’obiettivo sara’ l’oro olimpico. Il prossimo anno sara’ una gara sempre tosta ma saremo meno e saro’ li’ con le piu’ forti”. Bruni scendera’ di nuovo in acqua nella 5 km e nella staffetta. E’ finita invece fuori dalle prime dieci Arianna Bridi, col 13/o posto. L’azzurra – che vinse le Universiadi a Gwangju nel 2015 – si e’ persa nel finale dopo essere stata nel gruppo di testa per tutta la seconda parte di gara insieme alla Bruni.

L’oro e’ andato alle cinese Xin Xin, l’argento alla statunitense Haley Danita Anderson. Nella vasca dei tuffi, Tocci chiude solo al 12/o posto la finale del trampolino da un metro vinta dal cinese Wang Zongyuan. L’argento e’ stato conquistato dal messicano Pacheco Marrufo, il bronzo del campione uscente, il cinese Peng Janfeng. Tocci, argento agli Europei 2018 dal metro, si e’ espresso al suo livello solo negli ultimi tuffi, quando era troppo tardi per evitare l’ultimo posto nella finale. Il settimo posto di Batki-Pellacani nella piattaforma sincro e’ miglior risultato per le italiane in questa prova. L’oro e’ andato ancora alla Cina, il quinto finora, con la coppia Lu/Zhang.

Leggi anche:
Juve vola col tridente, 3-1 all'Udinese

La medaglia d’argento e’ stata conquistata dalle malesi Leong/Pamg, il bronzo dalle statunitensi Bromnerg/Young. Soddisfazione per la squadra del sincro, dato il quinto posto con punteggio record al Mondiale per Linda Cerruti e Costanza Ferro nella finale del duo tecnico. La prova e’ stata dominata dal duo russo formato da Svetlana Romashina e dalla fuoriclasse Svetlana Kolesnichenko. Medaglia d’argento per le cinesi Wenyan Sun e Xuechen Huang e bronzo per le ucraine Anastasiya Savchuk e Marta Fiedina. Cerruti e Ferro, sulle note di “Song from Humans and Machine” di Michele Braga, sono riuscite per la prima volta per un duo azzurro a superare quota 90 punti ai mondiali, confermando cosi’ il quinto posto delle eliminatorie.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti