“Caro Alessandro-cara Barbara”, D’Urso-Di Battista-show a Canale5

“Caro Alessandro-cara Barbara”, D’Urso-Di Battista-show a Canale5
21 gennaio 2018

Lui: “Le ho portato tre regali incartati dalla mia compagna che vorrei aprisse in trasmissione… Ho visto che Berlusconi domenica scorsa gliene ha portato uno e allora io ho triplicato. Ma deve aprirli perchè ne vorrei parlare…”. Lei: “Mi avevano detto che eri un bel ragazzo ma come sei anche alto: questo non lo sapevo… E che fai Alessandro, mi dai del lei…?”. All’ora di punta di Domenica Live su Canale 5 in casa Mediaset va in onda il Barbara D’Urso-Alessandro Di Battista show, mentre a Pescara Luigi Di Maio chiude la kermesse M5s con i risultati delle parlamentarie. “Il regalo di Berlusconi l’ho aperto in privato, non in tv…”, dice lei. Ma lui insiste: “No, ne vorrei parlare. Noi siamo per la trasparenza…”. E spiega. “Siccome Berlusconi è venuto quio a dire che siamo una setta, io vorrei poter dire allo stesso pubblico che non lo siamo affatto. Io non faccio parte di alcuna setta…”. La show girl lo interrompe e ripete due volte: “io non penso affatto che voi siete dei trogloditi con la clava, non l’ho mai detto…”. Meglio dunque scartare i doni. “Che bei fiocchetti, ringrazia la tua fidanzata…”, apprezza D’Urso scartando le tre confezioni regalo. “Ma vi sposerete…?”. Lui taglia corto: “non lo dico in tv..”. Nelle tre confezioni D’Urso trova la lista delle professioni che i parlamentari M5s facevano prima di entrare in Parlamento (Di Battista: “Berlusconi ha detto che l’87% dei nostri parlamentari non ha altro lavoro, non è vero. Ecco qua: fior di avvocati, medici, infermieri, biologi…”), un grembiule congolese (Di Battista: “facevo il cooperante, l’Italia deve investire di più in cooperazione…”) una foto di due ragazzi che hanno aperto una paninoteca con i fondi del microcredito finanziato dagli stipendi non incassati e devoluti dai parlamentari M5s. Fra gli applausi del pubblico in studio del domenicale di punta Mediaset.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Leggi anche:
Salvini non si pente: rifarei tutto. Ma la sua strategia finisce sotto processo

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti