Compagnie Ue contro Alitalia-Etihad. Francesi e tedeschi avrebbero tutto da perdere dall’arrivo degli arabi

28 aprile 2014

L’alleanza tra Alitalia e Etihad dà fastidio alle major dei voli internazionali. E in prima fila ci sarebbero Air France e Lufthansa che subirebbero un danno dall’arrivo degli arabi nella compagnia italiana. Non va dimenticato che per volume di traffico aereo, quello italiano è il quinto al mondo e quindi fa gola. Per francesi e tedeschi un’Alitalia che parla arabo e che in virtù della nuova alleanza si aprirebbe a nuove rotte intercontinentali, diventerebbe un concorrente temibile. Etihad ha pronti 5 nuovi aerei per il lungo raggio che oltre a rafforzare Alitalia su nuove rotte consentirebbero di assorbire il personale di volo, assistenti e piloti, che altrimenti sarebbero in esubero.

La lettera di risposta della compagnia araba a Alitalia sarebbe attesa entro domenica. Appena ricevuta la missiva verrebbe subito convocato il cda del gruppo di via della Magliana. Il nodo da sciogliere non è solo quello degli esuberi. Etihad ha posto il problema dei collegamenti ferroviari e della concorrenza delle low cost sostenute dai Comuni. Inoltre gli arabi puntano ad entrare in Aeroporti di Roma con una quota, presumibilmente del 30%, in grado di condizionare le scelte. Ma c’è anche il problema delle banche che hanno reclamato garanzie immediate sui crediti. Intanto martedì prossimo si riunirà il Cda di Air France – Klm. Il leader della Uil Angeletti dice chiaramente che “ci sono molti interessi in gioco e questo rende la trattativa molto complessa”.

 

Leggi anche:
La manovra continua a cambiare: arriva la cambiale digitale e l'accesso "personalizzato" ai farmaci
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti