Coronavirus, Figliuolo: Astrazeneca anche per gli under 60

3 maggio 2021

Sono 5.948 i nuovi casi di Covid-19 rilevati in Italia nelle ultime 24ore e 256 i decessi. È quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute. Ieri i nuovi contagi sono stati 9.148 e 144 i morti. I tamponi analizzati sono stati 121.872, 35mila meno di ieri, ma il tasso di positività è comunque in calo al 4,9% (ieri 5,8%). Si tratta del dato più basso addirittura dal 13 ottobre (quando furono 5.901), agli albori della seconda ondata, anche se pesa il crollo dei tamponi del weekend del primo maggio. Secondo il bollettino quotidiano sono, invece, in aumento i decessi, 256 (ieri 144), per un totale di 121.433 vittime da inizio epidemia.

Tornano a calare le terapie intensive, 34 in meno (ieri +2) con 121 ingressi del giorno, e sono 2.490 in tutto, mentre i ricoveri ordinari crescono di 50 unità (ieri -36), 18.395 in totale, altro probabile effetto del primo maggio, e il conseguente calo di dimissioni registrato. Con i 13.038 registrati ufficialmente nelle ultime 24 ore i guariti dal Covid-19 e dimessi in Italia superano i 3 milioni e mezzo, secondo i dati del ministero della Salute. Sono esattamente 3.505.717.

Il totale dei casi sale a 4.050.708. In aumento i guariti, 13.038 (ieri 8.637), per un totale di 3.505.717. Torna quindi a calare il numero delle persone attualmente positive, 7.348 in meno (ieri +364): i malati ancora attivi sono ora 423.558. Di questi, 402.673 pazienti sono in isolamento domiciliare. La regione con più contagi giornalieri è la Campania (+959), seguita da Sicilia (+734), Lazio (+661), Emilia Romagna (+641), Lombardia (+637) e Toscana (+570).

Leggi anche:
Gli ex terroristi arrestati a Parigi si presentano in tribunale

Astrazeneca anche per gli under 60. Verso riapertura dello sport

“Il governo sta pensando di utilizzare il vaccino Astrazeneca anche per gli under 60”. Lo ha detto il generale Francesco Paolo Figliuolo, commissario straordinario per l’emergenza Covid 19, in occasione dell’inaugurazione del nuovo hub vaccinale voluto dalla Regione Lazio all’interno del Centro Federnuoto di Ostia. “I vaccini vanno impiegati tutti. Astrazeneca è un vaccino che, diciamo, è consigliato per determinate classi ma l’Ema dice che va bene per tutti” ha detto. “Fare il vaccino vuol dire salvarsi. E’ chiaro che ci sono effetti collaterali ma sono infinitesimi. Dobbiamo impiegare tutto, se non lo facciamo il ritmo della campagna vaccinale non raggiunge i risultati e gli effetti voluti nei tempi che mi sono prefigurato insieme alla mia struttura e alle regioni” ha aggiunto.

“E’ probabile che nell’ambito di quella che si chiama rolling review, cioè la revisione dovuta all’esperienza di ciò che succede durante le vaccinazioni di massa, si possa fare la raccomandazione di auspicio su una classe inferiore ai 60″, ha spiegato. “Questo si sta pensando, con le interlocuzioni che ho avuto col Comitato tecnico scientifico, con Istituto superiore di sanità, il consiglio superiore di sanità e con l’Aifa, chiaramente è un discorso che gli scienziati stanno vedendo anche sulla base degli studi più avanzati che si stanno facendo in Gran Bretagna, dove hanno finora utilizzato 21 milioni di Astrazeneca. Dobbiamo credere nella scienza, è l’unico modo per uscire dalla pandemia” ha aggiunto. Infine, per Figliuolo, “se ci vacciniamo in fretta riapriamo anche lo sport, perché la mente e il fisico sono un connubio indissolubile”.

Leggi anche:
Omicidio Cerciello, i 2 giovani statunitensi condannati all'ergastolo. La vedova del vicebrigadiere in lacrime dopo sentenza

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti