Covid-19, curva pandemica stabile. Aifa: per AZ segnalazioni casi trombosi 1 ogni 100mila dosi

Covid-19, curva pandemica stabile. Aifa: per AZ segnalazioni casi trombosi 1 ogni 100mila dosi
10 giugno 2021

Sono 2.079 i nuovi casi di coronavirus registrati nelle ultime 24 ore in Italia e 88 i decessi. È quanto emerge dall’odierno bollettino del ministero della Salute. I guariti nelle ultime 24 ore sono 7.616, calano le terapie intensive (-35) e i ricoveri in area medica (-229). Ieri i casi erano stati 2199 e 77 le persone decedute. Sono 205.335 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia.

Ieri erano stati 218.738. Il tasso di positività è all’1%, uguale a quello registrato ieri. In totale i casi dall’inizio dell’epidemia sono 4.239.868, i morti 126.855. I dimessi e i guariti sono invece 3.943.704, con un incremento di 7.616 rispetto a ieri, mentre gli attualmente positivi scendono a 169.309, in calo di 5.626 nelle ultime 24 ore. Tra le regioni, i maggiori incrementi sono sempre in Lombardia (352), Sicilia (284) e Campania (209).

Aifa: per AZ segnalazioni casi trombosi 1 ogni 100mila dosi

“Il tasso di segnalazione delle trombosi venose intracraniche e in sede atipica in soggetti vaccinati con Vaxzevria (Astrazeneca, ndr.) è in linea con quanto osservato a livello europeo (1 caso ogni 100.000 prime dosi somministrate, nessun caso dopo seconda dose), prevalentemente in persone con meno di 60 anni”. E’ quanto evidenzia l`Agenzia Italiana del Farmaco nel quinto Rapporto di Farmacovigilanza sui Vaccini contro il COVID-19. I dati raccolti e analizzati riguardano le segnalazioni di sospetta reazione avversa registrate nella Rete Nazionale di Farmacovigilanza tra il 27 dicembre 2020 e il 26 maggio 2021 per i quattro vaccini in uso nella campagna vaccinale in corso.

Leggi anche:
Frodi e corruzioni ad Agrigento, arresti fra i 'colletti bianchi'

In Italia 746.146 decessi. 101mila in più in un anno

Nell’anno della pandemia da covid-19 “in Italia ci sono stati 746.146 decessi, un numero decisamente elevato osservando la serie storica degli ultimi 10 anni, con un incremento di oltre 101 mila decessi rispetto all’anno precedente”. E’ quanto evidenzia il Rapporto Osservasalute della Cattolica Campus di Roma, presentato oggi. “Confrontando i tassi di mortalità, al netto dell’influenza della struttura per età della popolazione – si legge – in Italia il tasso standardizzato di mortalità per gli uomini nel 2020 è stato di 120,9 decessi per 10.000 abitanti (cfr Tabella 2) e per le donne di 77,9 per 10.000 (cfr Tabella 3). Il raffronto con il 2019 e con il 2015, rispettivamente l’anno con la più bassa e più alta mortalità degli ultimi anni evidenzia per gli uomini un aumento del 16,3% rispetto al 2019 e del 5,2% rispetto al 2015, ritornando su un livello che si aveva nel 2011. Per le donne incrementi leggermente più contenuti: 13,2% rispetto al 2019 e 2,5% sul 2015.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti