Crononutrizione, la carta vincente per una dieta. Le regole

22 giugno 2014

Dimagrire non è solo seguire una dieta, è anche seguire delle semplici regole evitando di diventare schiavi delle bilance misura cibi. Seguire il proprio orologio biologico è molto importante per l’organismo. Questo vuol dire che in base alle abitudini quotidiane è importante scegliere gli orari migliori per i propri pasti. In sintesi, parliamo della crononutrizione che non è una dieta ma un modo di nutrirsi seguendo il proprio orologio biologico. Secondo ciò bisognerebbe mangiare alimenti grassi al mattino, densi a ora di pranzo, dolci il pomeriggio e leggeri ma anche niente la sera. Altra regola: mangiare lentamente, lo stomaco inizia a comunicare lo stato di sazietà dopo 20 minuti quindi è importante sedersi in una stanza o in un luogo, se siete fuori casa, che vi dia serenità e masticare i cibi lentamente, sarà più facile la fase digestiva.

Le voglie di cioccolata o di caramelle per la maggior parte delle volte sono solo una questione psicologica e per combatterle basterà bere un thè o una tisana che vi aiuteranno a drenare e a evitare di mangiare dei fuori pasto calorici. Durante il pomeriggio è importante fare merenda o con un frutto o con un succo di frutta, gli zuccheri contenuti in essi vi aiuteranno a combattere la necessità di mangiare nei momenti di fame pomeridiana. Altra regola importante è legata al sonno. Uno studio dice che meno si dorme più si ha fame, questo avviene perché dormendo poco si ha la produzione di grelina, l’ormone dell’appetito, quindi bisogna dormire le ore giuste: 7 o 8 ore in modo da essere cariche per affrontare la giornata e anche per evitare di sentire sempre fame. Altra regola molto importante è quella di fare attività fisica costantemente in quanto essa non solo permette di tenersi in forma ma è benefica per l’essere umano anche da un punto di vista psicologico.

Leggi anche:
Tumore pediatrico, con The Brave Belt il coraggio è dei bambini
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti