La “Rivoluzione” di Rocco Hunt passa per il riscatto sociale

La “Rivoluzione” di Rocco Hunt passa per il riscatto sociale
6 novembre 2021

Non definitelo solo un rapper, perché Rocco Hunt in 10 anni di carriera ha dimostrato di saperci fare con la musica. È l’autore delle più grandi hit estive degli ultimi anni in Italia, con oltre 5 milioni di ascoltatori mensili su Spotify, il suo repertorio supera 1,9 miliardi di stream totali con oltre 20 dischi di Platino ottenuti solo negli ultimi 24 mesi tra Italia, Spagna e Francia.

 “Spazio tra tutti i generi, sia il rap che i tormentoni, che i pezzi impegnati – dice – penso che tutti facciano parte della stessa persona che sono io, però mi piace anche sperimentare, fare cose diverse, mi piace mettermi in gioco, allargare i miei orizzonti. Vengo dal rap e chissà dove arriverò. A due anni di distanza dall’ultimo disco Rocco Hunt torna con l’album ‘Rivoluzione’. “La mia è una rivoluzione personale, perché guardandomi indietro ai miei 10 anni nella musica vedo un cambiamento totale sia in me che nella mia famiglia. C’è stata una vera e propria rivoluzione personale anche nello status quo e nel modo di essere”.

La cover dell’album è stata realizzata dallo street artist Jorit che rappresenta il riscatto degli ultimi e dei giovani delle periferie. “Il mio è stato un riscatto che viene dal basso sicuramente, dalla periferia – prosegue il rapper -. Non voglio illudermi che tutti i ragazzi abbiano la mia stessa fortuna di poter cantare ma credo che ogni ragazzo debba impegnarsi nel proprio per riuscire ad emanciparsi e uscire dal contesto dove vive, sicuramente non è facile, mi metto nei panni dei ragazzi senza opportunità, io facevo parte di loro e mi ritengo un ragazzo fortunato”.

Leggi anche:
Visita a sorpresa della Regina Elisabetta a Paddington station

“Rivoluzione” contiene 15 tracce e featuring con artiusti di primissimo piano come Fabri Fibra, Gué Pequeno, Luchè e Ana Mena. Rocco è pronto per tornare live. “Tornerò live a marzo perché il tour di Libertà è stato spostato nel 2022 e adesso con Rivoluzione uniremo i due tour e diventerà Libertà e Rivoluzione”. La sua rivoluzione è appena partita.

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti