Milan-Sampdoria 1-1, e l’Inter ora può allungare

Milan-Sampdoria 1-1, e l’Inter ora può allungare
Jens Petter Hauge
3 aprile 2021

Solo un punto per i rossoneri nella 29esima giornata, 1-1 a San Siro che può costare l’allungo in vetta dell’Inter (ora a +5 e attesa in serata dalla trasferta a Bologna). Saelemaekers ‘abbassato’ a terzino destro, Bennacer dal 1′ accanto a Kessié a centrocampo, trequarti con Castillejo, Calhanoglu e Krunic dietro Ibahimovic: queste le scelte di Pioli all’interno del consueto 4-2-3-1. Ranieri schiera un 4-4-2 classico con Candreva e Damsgaard sulle fasce e il duo d’attacco Gabbiadini-Quagliarella. L’avvio dei blucerchiati è decisamente brillante. Subito superlavoro per Donnarumma che si esibisce su Gabbiadini, Augello (tiro strozzato da ottima posizione) e Damsgaard (colpo di testa in solitudine). In più c’è la chance che Hernandez cancella allo stesso Damsgaard, anticipandolo di misura sull’idea di Gabbiadini. Il Milan finisce spesso in fuorigioco e fa vedere qualche costruzione interessante solo nei minuti finali della frazione. A inizio ripresa la mossa di Pioli riguarda la difesa, con Kalulu al posto di Saelemaekers. Ma lo spartito in campo non cambia.

E al 57′ la difesa rossonera fa il pasticcio in uscita con Hernandez che consegna palla sulla trequarti a Quagliarella, il quale vede Donnarumma fuori dai pali e non ci pensa mezza volta: pallonetto di precisione nella porta spalancata e vantaggio blucerchiato. Pioli non fa in tempo a pensare alle contromisure (entrano Tonali e Rebic per Krunic e Bennacer), che la Samp si complica la vita con Adrien Silva che si merita il secondo giallo per un intervento in ritardo su Castillejo (59′). Ranieri riassesta il centrocampo con Askildsen per Gabbiadini. Il Milan si accampa nella metacampo ospite, senza trovare spazi né spunti. Dentro anche Hauge per Castillejo, il norvegese risulta efficace. Prima offre un pallone interessante a Rebic, che riesce a toccare oltre Audero ma trova l’opposizione di Colley. Poi (87′) pareggia con un bel destro a giro. Il Milan va a caccia della vittoria. Immediata occasione per Calhanoglu, Audero respinge il tiro dal limite. In pieno recupero Ibrahimovic libera in area Kessié che calcia di prima intenzione, la deviazione Bereszynski fa assumere al pallone una strana traiettoria che sbatte sul palo a portiere battuto.

Leggi anche:
"Inferno", alle Scuderie un viaggio dantesco ideato da Jean Clair

Risultati (ventinovesima giornata): 3/4 ore 12.30 Milan-Sampdoria 1-1, ore 15 Atalanta-Udinese, Benevento-Parma, Cagliari-Verona, Genoa-Fiorentina, Lazio-Spezia, Napoli-Crotone, Sassuolo-Roma, ore 18 Torino-Juventus, ore 20.45 Bologna-Inter

Classifica: Inter 65, Milan 60, Juventus, Atalanta 55, Napoli 53, Roma 50, Lazio 49, Sassuolo 39, Verona 38, Sampdoria 36, Bologna 34, Udinese 33, Genoa 31, Fiorentina, Spezia, Benevento 29, Torino 23, Cagliari 22, Parma 19, Crotone 15

Prossimo turno: Recuperi mercoledì 7 aprile ore 18.45 Juventus-Napoli, Inter-Sassuolo; Trentesima giornata: 10/4 ore 15 Spezia-Crotone, ore 18 Parma-Milan, ore 20.45 Udinese-Torino, 11/4 ore 12.30 Inter-Cagliari, ore 15 Juventus-Genoa, Sampdoria-Napoli, Verona-Lazio, ore 18 Roma-Bologna, ore 20.45 Fiorentina-Atalanta, 12/4 ore 20.45 Benevento-Sassuolo

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti