Penalisti bocciano riforma Bonafede, sciopero contro “barbarie processi infiniti”

Penalisti bocciano riforma Bonafede, sciopero contro “barbarie processi infiniti”
30 novembre 2019

I “processi interminabili, che con la riforma Bonafede diventano processi infiniti, sono una barbarie”. Lo ha affermato il presidente dell’Unione delle Camere penali Gian Domenico Caiazza, a margine del congresso dell’Anm, tornando a parlare della riforma della prescrizione – che entrera’ in vigore dal primo gennaio, con la quale si prevede lo stop della decorrenza dei termini dalla sentenza di primo grado – contro la quale i penalisti torneranno a scioperare la prossima settimana. In concomitanza con lo sciopero, le Camere penali hanno organizzato una ‘maratona oratoria’ davanti alla Cassazione da lunedi a sabato: “quasi un migliaio di avvocati da tutta Italia vuole salire sul palco a piazza Cavour – ha detto Caiazza – per raccontare, attingendo dalle nostre esperienze professionali, quale barbarie siano i processi infiniti. Noi non siamo sostenitori della prescrizione in quanto tale, ma come rimedio alla patologia dell’eccessiva durata dei processi. E’ mostruoso dire che intanto si elimina il rimedio”.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
In Aula slitta il Codice strada, rischio che riforma venga affossata


Commenti