Pirelli, The Cal 2020 alla ricerca dell’anima di Giulietta

3 dicembre 2019

Parla tutto italiano il nuovo calendario Pirelli. Giulietta Capuleti è la musa ispiratrice di The Cal 2020. Ad immortalare la Giulietta ideale Paolo Roversi, il primo fotografo italiano a firmare l’iconico calendario, intitolato “Looking for Juliet” in questa 47esima edizione, presentata, e non poteva essere altrimenti, a Verona. Nove le protagoniste chiamate a interpretare il ruolo di Giulietta: le attrici britanniche Claire Foy, la giovane Regina Elisabetta della serie “The Crown”, Mia Goth, ed Emma Watson, nota tanto per “Harry Potter” quanto per le sue battaglie civili; le statunitensi Kristen Stewart, Indya Moore, prima modella transessuale a sfilare per le grandi case di moda, e Yara Shahidi; la cantante pop cinese Chris Lee e la cantante catalana Rosalia. Special guest Stella Roversi, artista franco-italiana, già modella per diverse campagne del padre Paolo. Ispirandosi al dramma shakespeariano, Roversi ha detto di essere andato “alla ricerca della Giulietta che esiste in ogni donna”.

Un racconto, quello di Paolo Roversi, che va alla “ricerca della Giulietta che esiste in ogni donna” e che si svolge in due fasi. Nella prima le protagoniste sono ritratte al loro arrivo sul set, senza trucco né abiti di scena. Vengono riprese mentre dialogano con Roversi del progetto per il quale sperano di essere selezionate, raccontando le proprie esperienze e la loro idea di Giulietta. Le protagoniste si aprono così a un racconto intimista e personale. Nella seconda, invece, vestono i costumi disegnati per trasformarle nelle interpreti del dramma shakespeariano. L’effetto è quello di una storia dove realtà e finzione si confondono e i confini, come alcune immagini, perdono nitidezza. “Ero alla ricerca di un’anima pura, colma di innocenza, forza, bellezza, tenerezza e coraggio. Ne ho trovato barlumi negli occhi, nei gesti e nelle parole di Emma e Yara, Indya e Mia. Nei sorrisi e nelle lacrime di Kristen e Claire. Nelle voci e nei canti di Chris e Rosalía. E in Stella, l’innocenza. Perché c’è una Giulietta in ogni donna e non smetterò mai di cercarla”, ha spiegato Roversi. Da grande appassionato di lirica, Roversi ha voluto realizzare un oggetto con un’impronta grafica originale e fortemente ispirata a un libretto d’opera.

Il Calendario 2020 è composto da 132 pagine, con il datario in copertina, brani tratti dal Romeo e Giulietta e 58 foto, a colori e in bianco e nero, che ritraggono le protagoniste e la città di Verona. La copertina si apre rivelando il disegno di un firmamento che rappresenta l’universo e che idealmente contiene e avvolge la storia di Giulietta, rendendola eterna. Sulla prima e sulla quarta di copertina risplende a lettere d’oro il calendario vero e proprio, con le date evidenziate della nascita di Giulietta, del suo incontro con Romeo, delle loro nozze e delle loro morti. A queste si aggiungono le date di nascita delle protagoniste del Calendario, i cui nomi sono poi sparsi all’interno della copertina, tra stelle e costellazioni, in una specie di poetico firmamento. “Ho sognato per anni di fare questo calendario, perché il Calendario Pirelli è qualcosa di speciale per un fotografo e sono felice che il sogno si sia avverato”, ha concluso Roversi. “Volevo un concept legato alla bellezza e all’amore. Un concept molto semplice e molto forte. E amore e bellezza sono elementi della mia ricerca da molti anni. E volevo, come primo fotografo italiano di un progetto di un’azienda italiana, una storia legata all’Italia”. (con fonte http://pirellicalendar.pirelli.com)

Leggi anche:
Natale, quanto costa l'albero alle famiglie italiane
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti