Tra Conte e Renzi prove di tregua: premier chiede responsabilità, Iv ruolo politico

Tra Conte e Renzi prove di tregua: premier chiede responsabilità, Iv ruolo politico
Giuseppe Conte
7 maggio 2020

Si va verso una tregua tra Iv e Giuseppe Conte, l’incontro di oggi definito “positivo” sia da Ettore Rosato che da fonti di palazzo Chigi a quanto pare qualche risultato l’avrebbe prodotto, anche se le perplessità dei renziani restano. Conte avrebbe da un lato assicurato attenzione per le proposte di Iv, chiedendo però anche “responsabilità” a tutti i partiti della maggioranza. Italia Viva avrebbe invece preteso un “ruolo politico”, spiegando che solo a queste condizioni sarà garantito l’appoggio fino alla fine della legislatura. Il premier, raccontano fonti Iv, ha soprattutto ascoltato, iniziando la riunione con un “ditemi pure…” che ha un po’ sorpreso la delegazione di Iv. “Ci ha convocati, ci aspettavamo che fosse lui a dire qualcosa… Comunque, noi abbiamo messo sul tavolo le nostre proposte”.

La prima richiesta dei renziani, quella forse più importante, è tutta politica: Iv ha rivendicato “pari dignità” rispetto agli altri partiti della maggioranza, chiedendo attenzione da parte del premier per le proposte che vengono fatte. Un esempio è il “piano `Italia shock'”, presentato da mesi da Matteo Renzi e ancora rimasto in un cassetto. “Se lei ci riconosce un ruolo politico noi ci siamo fino alla fine della legislatura”, è stato il messaggio recapitato al premier. Un ruolo politico che, ovviamente, il premier avrebbe assicurato a Iv. Proprio il piano per le infrastrutture, è stato uno dei punti sui quali Iv ha insistito maggiormente, chiedendo che venga inserito già nel “dl maggio” e non rinviato ulteriormente. I renziani hanno poi insistito sul tema migranti, con la Bellanova, e su tempi e regole della “Fase 2”.

Conte, si apprende da fonti di palazzo Chigi, avrebbe ribadito ancora una volta la sua totale disponibilità a discutere le proposte di Iv per la ripresa economica del Paese. Ma Conte avrebbe anche sottolineato che il Governo e le forze di maggioranza sono chiamati a operare con grande responsabilità, che deve essere ben superiore a quella richiesta a tutti i cittadini visti i compiti istituzionali, per operare la sintesi più efficace e lungimirante per far ripartire il Paese e rilanciare l’economia.

Leggi anche:
Si inaugura il Ponte di Genova. Per la terza volta. Conte: "È il simbolo di una nuova Italia che si rialza"
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti