Udinese-Atalanta 1-1, a Pereyra risponde Muriel

Udinese-Atalanta 1-1, a Pereyra risponde Muriel
20 gennaio 2021

Udinese ed Atalanta hanno pareggiato per 1-1 nel recupero della gara non disputata il 16 dicembre scorso per la forte pioggia caduta sullo stadio Friuli. Un solo cambio nell’Udinese, reduce da quattro sconfitte nelle ultime cinque partite, rispetto alla gara persa con la Sampdoria: c’è Arslan dall’inizio al posto di Walace. Pereyra agisce dietro Lasagna. Mini rivoluzione nell’Atalanta, che cambia cinque uomini: c’è Romero in difesa, in mezzo al campo esordio dal 1′ del nuovo arrivato Maehle, con Freuler che parte dalla panchina (così come Gosens e Djimsiti, diffidati insieme a Toloi, e a rischio squalifica). Muriel riferimento in attacco, con Miranchuk vice Ilicic e Malinovskyi alle spalle del colombiano.

Inizio shock per l’Atalanta, che dopo 30″ è già sotto. Bella iniziativa di Pereyra, che sfonda sulla destra, scappa a Romero e infila Gollini con un colpo d’esterno. Trovato il vantaggio la squadra di Gotti lascia l’iniziativa agli ospiti, chiudendosi bene dietro e affidandosi sostanzialmente ai lanci lunghi per Lasagna. Dal canto suo l’Atalanta mantiene il possesso palla in avanti ma non riesce a sfondare. Muriel è ben marcato e viene puntualmente fermato dai difensori bianconeri. Dopo una conclusione di Malinovskyi, deviata in angolo, i bergamaschi fanno vedere le cose migliori negli ultimi dieci minuti del primo tempo: Musso compie il miracolo sulla conclusione al volo di destro di Maehle, poi dice no con i piedi al tiro di Toloi. Poi ecco che alla prima vera disattenzione, l’Udinese subisce il gol del pareggio. A firmarlo è Muriel, che trova spazio tra i tre difensori bianconeri e batte il portiere dei friulani in uscita. Prima dell’1-1, grandi proteste dell’Udinese per un fallo di Gollini su Pereyra, che gli aveva sottratto il pallone dopo un’uscita su Lasagna. L’arbitro Calvarese sorvola.

Leggi anche:
Cagliari-Salernitana 1-1, a Pavoletti risponde Bonazzoli

Squadre più lunghe a inizio ripresa e una buona occasione per parte: su azione di ripartenza Miranchuk prova il sinistro e palla alta di poco. Replica Udinese con un insidioso colpo di testa di Bonifazi su punizione di De Paul. Gotti mette dentro Walace (costretto poi a uscire per infortunio) per Mandragora poi tre cambi tutti di un colpo per Gasperini, che vuole vincerla: fuori Muriel e dentro Zapata, Ilicic e Gosens prendono il posto rispettivamente di Miranchuk e Hateboer. Da questo momento costante iniziativa dell’Atalanta, che fa tutto bene fino alla trequarti poi spreca, come quando Malinovskyi cerca l’assist invece del tiro e la difesa dell’Udinese sventa il pericolo. Ci prova poi Romero di testa, palla fuori. A 3′ dalla fine Zeegelaar la mette dentro ma l’arbitro ferma tutto per gioco pericoloso su Gollini. Finisce 1-1.

Classifica: Milan 43, Inter 40, Napoli, Roma 34, Juventus, Atalanta 33, Lazio 31, Sassuolo 30, Verona 27, Sampdoria 23, Benevento 21, Bologna 20, Spezia, Fiorentina 18, Udinese 17, Genoa 15, Cagliari 14, Torino, Parma 13, Crotone 12.

Prossimo turno (diciannovesima giornata): venerdì 22/1 ore 20.45 Benevento-Torino; sabato 23/1 ore 15 Roma-Spezia, ore 18, Milan-Atalanta, Udinese-Inter, ore 20.45 Fiorentina-Crotone, domenica 24 ore 12.30 Juventus-Bologna, ore 15: Genoa-Cagliari, Verona-Napoli, ore 18, Lazio-Sassuolo, ore 20.45, Parma-Sampdoria

Leggi anche:
Coppa Davis, Italia-Usa 1-0, Sonego batte Opelka
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti