Vaccini, Oms chiede di sospendere i richiami sino metà settembre

Vaccini, Oms chiede di sospendere i richiami sino metà settembre
Direttore generale Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus
5 agosto 2021

L’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) chiede una moratoria sui richiami dei vaccini anti-Covid “almeno sino a metà settembre”, in modo da poter destinare dosi aggiuntive ai Paesi più poveri. L’appello è stato lanciato dal direttore generale Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus durante il briefing sugli ultimi sviluppi della pandemia. L’Oms ha sottolineato “l’enorme disparità” tra Paesi ad alto reddito e Paesi a basso e medio reddito in termini di percentuali di popolazione vaccinata ed esorta a uno sforzo di “solidarietà globale”.

“Serve urgentemente una inversione di rotta, dalla maggioranza dei vaccini che vanno ai Paesi ad alto reddito dobbiamo arrivare a una maggioranza destinata ai Paesi a basso reddito”, ha detto il direttore generale Oms. Israele, come pure la Germania, ha deciso di procedere con i richiami, ovvero una terza dose di vaccino contro il Covid, nel caso tedesco per ora limitato alle categorie più fragili. Gli Usa sembrano a loro volta intenzionati ad avviare richiami vaccinali.

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it
Leggi anche:
Covid (bollettino 13 agosto), 4.787 nuovi positivi e 129 decessi


Commenti