Cento milioni per inserimento al lavoro, a presto i bandi

28 febbraio 2014

Cento milioni di euro per circa cinquemila giovani siciliani. E’ quanto prevede il “Piano Giovani” varato dal governo regionale per dar vita a nuove opportunità come incentivare le start up, il coworking e forme di imprenditoria con un’attenzione rivolta ai tirocini formativi. A breve, saranno pubblicati i relativi bandi. Ai giovani professionisti, avvocati, ingegneri, giornalisti o altro ancora, la Regione mette a in palio 12 milioni di euro attraverso cui sara’ finanziato il tirocinio formativo negli studi professionali con una quota mensile di 300 euro, altri 100 saranno cofinanziati dallo studio professionale stesso. In questa misura saranno coinvolti 3.330 laureati. Ci sono misure anche per agevolare l’attività imprenditoriale, e per le quali sono previsti 18 milioni di euro. Dopo l’attenzione dedicata ai professionisti, stanziamenti di 19,25 milioni sono programmati per le imprese che accolgano al loro interno giovani diplomati o in possesso di qualifica professionale per la realizzazione di tirocini nelle stesse aziende.

Nel Piano Giovani un punto importante e’ anche rappresentato dal rilancio dell’apprendistato, per il quale sono previsti 3 milioni. A beneficiare del contributo saranno Universita’ ed Imprese. I giovani tra i 18 ed i 29 anni compiuti, in possesso di un titolo di istruzione secondaria o di qualifica professionale o di laurea triennale, potranno essere inseriti in percorsi di apprendistato o di alta formazione. Poi ci sono i capitoli Start Up e progetti di Coworking. In questo settore ci sono 31,1 milioni. I contributi saranno erogati a quei giovani che sono interessati ad avviare una nuova attivita’ imprenditoriale in forma singola o associata. Verra’ data priorita’ a progetti presentati da donne e che prevedano la valorizzazione ed il riutilizzo dei beni confiscati alla mafia. Le nuove aziende createsi, nei primi due anni, saranno sottoposte a controlli per vigiliare che i contributi siano andati realmente a buon fine, qualora non fosse saranno revocati.

Leggi anche:
La Sicilia guarda al futuro, in concessione 430 ettari di terra a giovani
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti