Collisione tra veicoli militari di Usa e Russia, soldati americani feriti

Collisione tra veicoli militari di Usa e Russia, soldati americani feriti
28 agosto 2020

Preoccupante incidente militare tra Russia e Stati Uniti nel Nord-est della Siria dove si è verificata una collisione tra veicoli blindati dei due Paesi, in cui sono rimasti feriti alcuni soldati americani. Mosca e Washington che si sono accusati a vicenda per l’incidente. La notizia è messa oggi in primo piano da media arabi ed occidentali come l’emittente britannica BBC. Un video della collisione è stato trasmesso da un sito web nazionalista russo, Rusvesna.su, poi ampiamente ritwittato in rete. Il video sembra mostrare un veicolo militare russo in un convoglio nel deserto che sperona un’autoblindo statunitense, mentre un elicottero russo vola a bassissima quota sul luogo.

La notizia dell’incidente è stata diffusa ieri e il ministero della Difesa russo ha dichiarato di aver dato un avviso preliminare all’esercito americano che avrebbe pattugliato la zona. “Nonostante questo, in violazione degli accordi esistenti, i soldati delle forze armate statunitensi hanno cercato di bloccare la pattuglia russa”, si legge in un comunicato del ministero citato dall’agenzia di stampa Tass. “In risposta a ciò, la polizia militare russa ha preso le misure necessarie per prevenire un incidente e per portare avanti la missione che gli era stata assegnata”, ha aggiunto.

Da parte sua, il Consiglio di sicurezza nazionale della Casa Bianca (NSC) ha affermato invece che un veicolo russo ha colpito un fuoristrada resistente alle mine degli Stati Uniti, “causando lesioni all’equipaggio del veicolo”. Una fonte militare americana anonima ha detto al sito web di “Politico” che quattro soldati statunitensi hanno subito una lieve commozione cerebrale. Gli Stati Uniti hanno circa 500 soldati nell’area – molto meno rispetto al passato – per proteggerla da ogni ulteriore minaccia da parte dei jihadisti dello Stato Islamico (Isis). L’esercito statunitense sta assistendo l’alleanza delle forze democratiche siriane (SDF) a guida curda.

Leggi anche:
Gestione pandemia, olandesi devastano il centro di Amsterdam

Il portavoce dell’NSC John Ullyot, citato da “Politico”, ha detto che l’incidente è avvenuto mercoledì alle 10:00 circa, ora locale, quando una pattuglia di sicurezza di routine ha incontrato le truppe russe vicino a Dayrick, nella provincia Nord-orientale siriana al Hasaka. Dopo aver condannato l’esercito russo per la collisione, Ullyot ha detto che la pattuglia della coalizione ha poi lasciato l’area “per alleggerire la situazione”. “Azioni non sicure e poco professionali come questa rappresentano una violazione dei protocolli di eliminazione dei conflitti, firmati da Stati Uniti e Russia nel dicembre 2019”, ha aggiunto. La Russia ha rifornito un’enorme potenza di fuoco, compresi bombardieri pesanti, alle forze del presidente siriano Bashar al-Assad che combattono vari gruppi ribelli, compreso l’Isis. askanews

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti