Coronavirus, Cts: scuole chiuse nelle zone rosse

Coronavirus, Cts: scuole chiuse nelle zone rosse
1 marzo 2021

Sono 13.114 (17.445 ieri) i nuovi casi di Covid-19, registrati nelle ultime 24 ore in Italia e 246 (192 ieri) i morti (97.945 vittime da inizio pandemia), a fronte di 10.894 guariti. È quanto emerge dall’odierno bollettino del ministero della Salute-Iss. Aumentano i ricoveri in terapia intensiva: +58 su scala nazionale, così come quelli in reparti non intensivi, +474.

I tamponi eseguiti complessivamente sono stati 170.633 (257.025 ieri), il che corrisponde a un tasso di positività del 7,7%, in aumento dello 0,9% rispetto al giorno precedente. Va ricordato che il numero inferiore dei contagi rispetto a ieri, come sempre ogni lunedì, è causa del numero più basso di analisi processate (oggi il minimo di test della settimana). Dal confronto con lo scorso lunedì (22 febbraio) quando sono stato comunicati +9.630 casi con un tasso del 5,6% si vede che lo scenario peggiora. 

Speranza: “La curva risale”

Il ministro della Sanità Roberto Speranza ha affermato che “la curva epidemiologica sta salendo e le prossime settimane non saranno facili”. Nel suo intervento durante la presentazione del Programma nazionale esiti 2020, realizzato dall’Agenas ha poi aggiunto: “Sarebbe bello dire che è tutto finito e che siamo in una fase diversa, ma la più grande responsabilità di chi rappresenta le istituzioni è dire come stanno le cose. Sono settimane in cui abbiamo una campagna vaccinale da accelerare, che oggi ha numeri che vanno in una direzione giusta ma che devono ancora crescere e allo stesso tempo abbiamo un’epidemia molto forte e presente sui territori”.

Leggi anche:
Via libera al pubblico negli stadi, 1.000 nelle regioni gialle

Scuole chiuse

“Sulle scuole ci saranno delle evoluzioni. Saranno chiuse nelle zone rosse”. Lo dice il capo del Cts Agostino Miozzo, all’uscita da Palazzo Chigi. Miozzo non risponde sulle eventuali misure per le scuole nelle altre zone. Siete preoccupati sulla scuola? “Siamo preoccupati dall’andamento dell’epidemia. Sulle scuole il Cts si è riunito qualche giorno fa”, replica.

Record di multe

Record di ‘multe’ nell’ultimo fine settimana da parte delle forze di polizia impegnate in tutta Italia nelle verifiche del rispetto delle restrizioni anti Covid: tra venerdì e ieri le persone sanzionate sono state complessivamente 4.634 (1.041 venerdì, 1.931 sabato e 1.662 ieri). Secondo i dati resi noti dal Viminale, si tratta del weekend con il maggior numero di sanzioni dall’inizio del nuovo anno: in precedenza erano state sanzionate 4.517 persone tra il 29 e il 31 gennaio e 4.405 tra il 22 e il 24 mentre il picco minimo era stato toccato tra l’8 e il 10 gennaio con 2.973 sanzionati.

LE VACCINAZIONI

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti