Juve-Lecce 4-0, bianconeri a +7 sulla Lazio

Juve-Lecce 4-0, bianconeri a +7 sulla Lazio
26 giugno 2020

Nel primo anticipo della 28a giornata di Serie A, la Juventus batte 4-0 il Lecce e vola a +7 sulla Lazio. Primo tempo sottotono dei bianconeri, che si rendono pericolosi solo dopo l’espulsione di Lucioni (31′), ma Ronaldo e Bernardeschi si divorano due gol facili facili. Il muro salentino regge fino al 53′, quando Dybala mette il pallone sotto l’incrocio. Al 62′ CR7 si procura e realizza il rigore. All’83’ c’è gloria anche per Higuain. Poker di De Ligt (85′). E così la Juve compie un altro passo verso il 36° scudetto mentre i salentini sempre terz’ultimi a braccetto del Genoa: corsa durissima per la salvezza. Approccio (stranamente) poco cattivo dei bianconeri che giocano un primo tempo abbastanza confusionario, fatta eccezione per l’ultima parte. Inizia bene la squadra di Liverani, pericolosa in ripartenza al 4’ con Rispoli e al 16’ con Mancosu, fermato a terra da Szczesny. Quattro minuti dopo il primo sussulto dei padroni di casa, con Gabriel che salva su Rabiot.

Al 32’ un ottimo Lecce si ritrova in dieci: erroraccio di Lucioni che perde palla e stende Bentancur lanciato a rete, per l’arbitro Piccinini è rosso diretto. Tachtsidis ci prova dalla distanza, poi nel finale Juve due volte vicinissima alla rete, ma né Ronaldo di testa al 41’ (che spreco) né Bernardeschi al 42’ riescono a metterla dentro. La ripresa racconta però tutta un’altra storia. Subito capocciata di Bonucci su angolo: Gabriel ci mette i pugni. A ruota Dybala manca di un soffio il bersaglio con un tentativo a giro (51’), ma l’argentino si rifà centoventi secondi dopo spedendo dal limite il pallone sotto l’incrocio su assist di Ronaldo (53’).

Male in questa occasione la difesa ospite, colpevole di aver perso palla in uscita. In inferiorità numerica e sotto di una rete, il Lecce paga ancora dazio: Rossettini stende Ronaldo, è rigore, dal dischetto va lo stesso portoghese che trasforma di potenza (62’). Per lui 23° centro stagionale. Match finito. Salentini ormai schiacciati dietro e occasioni in serie per la Juve: Gabriel nega il 3-0 ancora a CR7 (69’) e risponde presente su de Ligt (71’) e Ramsey (76’). Minaccioso, appena entrato, anche il ‘Pipita’ Higuain che però all’83’ trova comunque la gloria personale firmando il tris dei bianconeri, ormai debordanti, dopo un tacco di Ronaldo. Non è finita: nella lista dei marcatori entra anche l’olandese de Ligt che cala il poker di testa (85’) su cross di Douglas Costa.

Leggi anche:
Coni boccia Testo sport: crea sovrapposizioni, disperde risorse

Classifica: Juventus 69, Lazio 62, Inter 58, Atalanta 54, Roma 48, Napoli 42, Milan, Parma 39, Verona 38, Cagliari 35, Bologna 34, Sassuolo 33, Fiorentina, Torino 31, Udinese 28, Sampdoria 26, Genoa, Lecce 25, Spal 18, Brescia 17 Ventottesima giornata: Domani Brescia-Genoa (ore 17.15), Cagliari-Torino (ore 19.30), Lazio-Fiorentina (ore 21.45), Domenica 28 giugno: Milan-Roma (ore 17.15), Napoli-Spal (ore 19.30), Sampdoria-Bologna (ore 19.30), Sassuolo-Verona (ore 19.30), Udinese-Atalanta (ore 19.30), Parma-Inter (ore 21.45).

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti