Mostra del cinema di Venezia, cinque film italiani in concorso

Mostra del cinema di Venezia, cinque film italiani in concorso
I fratelli Damiano e Fabio D'Innocenzo
26 luglio 2021

Saranno 5 i film italiani in concorso alla 78esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia, un record. Si tratta di “America Latina”, thriller dei fratelli Damiano e Fabio D’Innocenzo con Elio Germano, “Il buco” di Michelangelo Frammartino che narra una straordinaria impresa italiana di speolologia, “Freaks out” di Gabriele Mainetti con Claudio Santamaria e Pietro Castellitto, “Qui rido io” di Mario Martone con Toni Servillo nel ruolo di Eduardo Scarpetta, “È stata la mano di Dio” di Paolo Sorrentino, in cui il regista premio Oscar racconta la sua passione per il Napoli di Maradona e la scomparsa dei suoi genitori, quando aveva 16 anni, nel 1987. I titoli sono stati annunciati dal direttore artistico Alberto Barbera durante la presentazione del programma della kermesse, che si terrà in Laguna dall’1 all”11 settembre 2021.

“L’anno scorso – ha detto Roberto Cicutto, presidente della Biennale di Venezia – siamo riusciti a fare la mostra in presenza con un protocollo che ha funzionato. Quest’anno speravamo in qualcosa di più rilassato, al momento non è così”. La capienza su 8000 posti sarà di 4000 posti. Le norme sono identiche all’anno scorso. Ci sono film da tutto il mondo, pochissime le assenze di rilievo – ha proseguito il direttore artistico Barbera – forse la Cina, ma è presente nei cortometraggi. I Paesi presenti sono ben 59. Un accenno a parte merita la presenza italiana, che nel concorso principale, è con 5 film in concorso e 3 fuori concorso. Non si tratta di sostenere a ogni costo il cinema italiano, credo che il settore sia in un momento di grazia”.

Ecco quali saranno i 21 film in concorso e il regista.

Madres Paralelas – Pedro Almodovar Mona Lisa and the blood moon – Ana Lily Amirpour Un autre monde – Stéphane Brizè The power of the dog – Jane Campion America Latina – Damiano e Fabio D’Innocenzo L’événement – Audrey Diwan Competencia oficial – Gastòn Duprat/Mariano Cohn Il buco – Michelangelo Frammartino Sundown – Michel Franco Illusions perdues – Xavier Giannoli The lost daughter – Maggie Gyllenhaal Spencer – Pablo Larraìn Freaks out – Gabriele Mainetti Qui rido io – Mario Martone On the job: the missing 8 – Erik Matti Zeby nie bylo sladow (Leave no traces) – Jan P. Matuszynski Captain Volkonogov escaped – Natasha Merkulova/Aleksey Chupov The card counter – Paul Schrader È stata la mano di Dio – Paolo Sorrentino Vidblysk (Reflection) – Valentyn Vasyanovych La caja – Lorenzo Vigas

Leggi anche:
Premio Felix, si celebra il cinema russo a Palazzo Reale
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti