Open Arms, procura Palermo chiede rinvio a giudizio per Salvini

20 marzo 2021

La procura della Repubblica di Palermo ha chiesto il rinvio a giudizio per l’ex ministro dell’Interno, Matteo Salvini, nell’ambito del processo sui ritardi dello sbarco di 147 migranti dalla Open Arms nell’agosto del 2019. Dopo aver accolto tutte le 18 richieste di costituzione di parte civile presentate nel corso della prima udienza del 9 gennaio scorso, il gup aveva deciso il rinvio a oggi per consentire la traduzione di alcuni documenti ritenuti importanti, come richiesto dell’avvocato di Salvini, Giulia Bongiorno.

E così è ripresa oggi a Palermo la fase preliminare del processo che vede accusato Salvini di sequestro di persona e omissione di atti d’ufficio per il caso che coinvolse la nave Open Arms nell’agosto del 2019. L’udienza, presieduta dal gup Lorenzo Iannelli, si è svolta nell’aula bunker del carcere Ucciardone. Dopo aver soccorso 163 persone durante tre diverse operazioni di salvataggio, la nave Open Arms rimase 21 giorni in mare prima di raggiungere una zona sicura di fronte all’isola di Lampedusa.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
Riforma della giustizia, governo pone la fiducia alla Camera. M5s diviso


Commenti