Processo Ruby ter, Berlusconi assolto perché il fatto non sussiste

Processo Ruby ter, Berlusconi assolto perché il fatto non sussiste
Silvio Berlusconi
21 ottobre 2021

Silvio Berlusconi e il pianista di Arcore Danilo Mariani assolti perché il fatto non sussiste al processo Ruby ter a Siena dove erano imputati per corruzione in atti giudiziari. La sentenza è arrivata un po’ a sorpresa dopo circa un’ora di camera di consiglio. Appena ieri la difesa del Cavaliere, al processo milanese sempre per il procedimento Ruby ter, aveva spiegato di ritenere che quella di oggi nella città del Palio fosse “un’udienza di carattere tecnico”, considerato appunto il ‘debutto’ dei nuovi giudici.

Che invece hanno tirato dritto: hanno respinto la richiesta della difesa di Berlusconi di ascoltare altri tre testi – il ragioniere Giuseppe Spinelli, contabile di Berlusconi, il musicista Mariano Apicella e la moglie di Mariani, Simonetta Losi – dichiarando chiusa l’istruttoria. E quando la difesa dell’ex premier ha anticipato l’intenzione di presentare un’istanza di ricusazione del tribunale, il collegio ha deciso di andare avanti non ritenendo che “la mera esistenza di una dichiarazione di ricusazione possa comportare l’incapacità del giudice di procedere oltre nella discussione”. Così, dopo aver ascoltato le conclusioni delle parti, si sono ritirati in camera di consiglio prima delle 17.30.

“Grandissimo risultato, tutti e due assolti con formula piena: sono veramente contento. Non stupito: è il giusto epilogo di questo processo che forse si doveva fermare un po’ prima” afferma uno dei legali di Silvio Berlusconi, avvocato Enrico De Martino, al termine del processo Ruby ter al tribunale di Siena. Il leader di Fi è stato assolto così come il pianista di Arcore Danilo Mariani dall’accusa di corruzione in atti giudiziari. “Ho sentito Berlusconi poco fa, è evidentemente sollevato e soddisfatto” dice invece altro avvocato di Berlusconi, Federico Cecconi.

Leggi anche:
Il molestatore della giornalista: ho sbagliato

I commenti

Un processo iniziato a febbraio 2018, arrivato già alle conclusioni delle parti l’anno scorso, ma poi più volte rinviato per la richiesta del Cavaliere di rendere spontanee dichiarazioni in aula e quelle della sua difesa di rinviare le udienze per legittimo impedimento a causa dello stato di salute dell’ex premier. “Berlusconi assolto a Siena nel processo Ruby ter perché il fatto non sussiste. Chi lo conosce non ha mai dubitato della sua innocenza. Quanto fango prima di arrivare alla verità!” afferma Antonio Tajani, Coordinatore nazionale di Forza Italia. “Ruby ter, Berlusconi assolto. C’è un giudice a Siena” dice Gianfranco Rotondi commenta l’assoluzione di Silvio Berlusconi a Siena.

Matteo Salvini ha sentito Silvio Berlusconi e si è complimentato per l’assoluzione nel processo Ruby-ter. Parlando a `Porta a porta’ il leader della Lega ha detto: “L’ho sentito, gli ho fatto i complimenti. Sono contento per Silvio Berlusconi che – può stare simpatico o antipatico – ma per questo paese ha fatto tanto”. “Felice per l`assoluzione di Silvio Berlusconi al processo Ruby ter – dichiara la presidente di Fratelli d`Italia, Giorgia Meloni -. Il verdetto di oggi pone fine finalmente a un caso che durava da troppi anni. Al presidente di Forza Italia va il mio abbraccio affettuoso”. 

“Una notizia che restituisce fiducia nella giustizia l`assoluzione di Silvio Berlusconi al processo Ruby ter al tribunale di Siena. Una sentenza che però non ripaga troppi anni di ingiuste accuse. Un abbraccio al presidente”. Lo scrive il presidente della Liguria e cofondatore di Coraggio Italia Giovanni Toti sulla sua pagina Facebook. “L`assoluzione del presidente Berlusconi nel processo Ruby-ter è importante, perché viene riconosciuta la sua totale estraneità ai fatti che gli venivano contestati, e perché ci consente di avere fiducia nella giustizia. La decisione di oggi ripristina, dopo tanti attacchi, la verità”. Lo scrive su Twitter Mariastella Gelmini, ministro per gli Affari regionali e le autonomie.

Leggi anche:
Al confine fra la Polonia e la Bielorussia, dove "l'Europa non c'è"

 “Il presidente Silvio Berlusconi assolto nel processo cosiddetto Ruby-ter perché il fatto non sussiste. Noi non avevamo alcun dubbio. Finalmente, dopo tante illazioni e dopo tanti attacchi gratuiti, ecco la verità. In tanti dovrebbero riflettere e chiedere scusa al nostro leader”. Lo scrive su Twitter Roberto Occhiuto, presidente eletto della Regione Calabria. “L`assoluzione del presidente Berlusconi nel processo Ruby Ter è il logico epilogo di una vicenda giudiziaria che ha generato una micidiale gogna mediatica, una sentenza anticipata di colpevolezza smentita prima dai fatti e poi dai giudici di Siena, perché, semplicemente, il fatto non sussiste – afferma la presidentedei senatori azzurri Anna Maria Bernini -. Si chiude così un`altra pagina della persecuzione giudiziaria contro il leader del centrodestra, costruita su teoremi tanto infamanti quanto velleitari. Al presidente Berlusconi il mio più caloroso abbraccio e quello di tutti i senatori di Forza Italia. Da oggi siamo tutti più forti”.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti