Semplice e veloce, spaghetti alla carrettiera

Semplice e veloce, spaghetti alla carrettiera
8 aprile 2020

La pasta alla carrettiera è un primo piatto molto semplice e veloce diffuso soprattutto nelle regioni tirreniche e di cui in molti si contendono la paternità. Sia i toscani, che i laziali, che i napoletani, che i siciliani, infatti, ritengono che la ricetta della pasta alla carrettiera abbia avuto origine nella propria regione.

Le origini della carrettiera sono sicuramente umili, è un piatto povero, composto solo da pochi ingredienti e poco costosi: pomodoro, aglio, prezzemolo e peperoncino. Potremmo definirla una aglio,olio e peperoncino in versione rossa. Il pomodoro utilizzato è di solito un San Marzano fresco, che viene sbollentato per poter togliere più facilmente la buccia, l’aglio o in camicia o tritato va fatto soffriggere con il peperoncino nell’olio, quindi si conclude il piatto con una spolverata di prezzemolo fresco tritato.

Davvero molto semplice. Basta fare attenzione ad alcuni semplici passaggi: l’aglio non va bruciato, ma solo fatto imbiondire, se no il suo sapore diventerà prevaricante, la pasta va lasciata leggermente al dente per poi proseguire gli ultimi due minuti di cottura in padella con il pomodoro, che va messo nello stesso momento in cui la pasta è pronta, semplicemente tagliato grossolanamente, non deve venire fuori una salsa, insomma, ma il pomodoro deve essere a pezzettoni.

Ingredienti: 320 g di spaghetti, 40 g di guanciale o di pancetta, 60 g di ventresca di tonno sott’olio, 150 g di funghi porcini freschi, 1 spicchio d’aglio, 2 cucchiai di olio d’oliva, sale e pepe.

Preparazione: Mondate i funghi, puliteli leggermente con un panno umido e affettateli. Scaldate l’olio in un tegame, aggiungetevi il guanciale e lo spicchio d’aglio schiacciato, che eliminerete non appena sarà dorato; quindi unite i funghi. Salate e pepate, mescolate con un cucchiaio di legno, lasciate insaporire per 4 minuti, poi aggiungere il tonno sgocciolato e sbriciolato. Continuate la cottura per altri 10 minuti, mescolando di tanto in tanto. Fate cuocere gli spaghetti in abbondante acqua salata e scolateli al dente. Versateli nella zuppiera, conditeli con l’intingolo caldo e mescolate con cura.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti