Trump detta l’agenda: rinviato a settembre il G7. E boccia il formato

Trump detta l’agenda: rinviato a settembre il G7. E boccia il formato
31 maggio 2020

Il presidente degli Stati uniti, Donald Trump, ha deciso di rinviare a settembre il vertice del G7, previsto inizialmente a giugno, a causa dell’epidemia di coronavirus. Trump, che ha parlato ai giornalisti a bordo dell’Air Force One, ha tuttavia definito “datato” il formato del summit: “Non mi pare che rappresenti in modo apporpriato quanto accade nel mondo, dovrebbe accogliere anche Corea del Sud, Australia e India”.

La settimana scorsa Trump si era detto ottimista sulla possibilità di tenere il vertice alla Casa Bianca o a Camp David nelle date previste, malgrado l’epidemia. La Cancelliera tedesca Angela Merkel aveva tuttavia declinato la partecipazione a causa dei rischi legati alla pandemia e lo stesso premier britannico Boris Johnson si era detto d’accordo sulla “importanza di riunire il G7 di persona in un futuro prossimo”.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
Pechino apre a Washington, ma per ora non c'è dialogo


Commenti